Foligno, teme un furto di gatti e chiama la polizia: falso allarme

Ad allertare gli agenti una donna, che aveva notato una persona prelevare i felini da un'abitazione, ma si trattava di una volontaria autorizzata dalla padrona di casa

La sala operativa della polizia

Scorge strani movimenti e chiama la polizia. È quanto avvenuto nel pomeriggio di mercoledì a Foligno, con una donna che ha notato un'altra persona prelevare dei gatti dall'abitazione dei vicini. Essendo a conoscenza che i proprietari erano fuori di casa e temendo per l’incolumità degli animali, ha immediatamente allertato il Numero unico di emergenza europeo per chiedere aiuto alla polizia. Gli agenti del commissariato di Foligno, giunti sul posto, hanno preso contatti con la signora che aveva lanciato l'allarme. La stessa ha quindi riferito di aver notato una donna che, dopo aver avvicinato alcuni gatti presenti nel cortile dell’abitazione dei vicini di casa, ha tentato di portarli via. Gli agenti, a quel punto, hanno avvicinato la donna che ha spiegato di far parte di un’associazione che si occupa del recupero e dell’adozione dei gatti randagi. Quel pomeriggio, dopo essersi messa in contatto con la proprietaria dell’abitazione, si era portata all’indirizzo indicato per prendere i felini. Gli agenti hanno quindi contattato la padrona di casa che, sentita in merito, ha confermato quanto dichiarato dalla donna. Chiarito l’equivoco e scongiurato ogni pericolo per gli animali, i poliziotti hanno informato la richiedente e successivamente hanno ripreso gli ordinari servizi di controllo del territorio.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento