Fulginiumarathon, i trekker raccolgono 5mila euro per Camerino

Grande gesto di solidarietà dei partecipanti alla camminata di Colfiorito. Il ricavato servirà al Cai della cittadina marchigiana per realizzare una nuova carta dei sentieri a tre anni dal sisma

La consegna dei 5mila euro al Cai di Camerino

Il cuore dei trekker più forte del terremoto. E' di cinquemila euro il ricavato della Fulginiumarathon, l'evento dell'altopiano di Colfiorito che lo scorso 5 maggio ha messo in marcia circa 700 persone. Trekker che hanno preso parte alla seconda edizione di una splendida passeggiata nelle montagne a confine tra Foligno e Nocera Umbra. Parte del ricavato, come già anticipato dagli organizzatori, è stato donato al Cai di Camerino. Sezione che, come il resto della cittadina marchigiana, sta pian piano uscendo dalla terribile situazione creata dal sisma del 2016. La cerimonia di consegna dei 5mila euro si è svolta giovedì pomeriggio a Foligno nella sala consiliare di palazzo comunale. “Il ricavato – spiega Paolo Gubbini, delegato al Parco di Colfiorito – servirà per realizzare una carta dei sentieri tra Umbria e Marche che sarà curata dal Cai di Camerino e che si sposerà con quella già realizzata dalle nostre associazioni. Questo era un progetto che avevamo iniziato a sviluppare insieme, ma in mezzo c'è stato il sisma che ha cambiato le carte in tavola”. Il bel gesto di solidarietà porta la firma della Fie Valle Umbra Trekking, Fie Bagnara, Cai Foligno e Orme “Camminare liberi”. Realtà organizzatrici della Fulginiumarathon e che hanno dimostrato come l'unione faccia la forza. “Grazie all'attuale sindaco di Foligno che ha sempre creduto nell'associazionismo – spiega Carlo Valentini della Fie Vut -, così come al sindaco di Nocera che ha accolto con favore i corsi svolti a Bagnara”. “La Fie di Bagnara – afferma la presidente Sandra Ortega – è ben felice di poter partecipare ai progetti del Comune di Foligno”. Sulla stessa lunghezza d'onda anche Sandro Massei del Cai di Foligno, che ha sottolineato la bellezza “di aver trovato un'autostrada da parte delle associazioni per collaborare”. Anche Rodolfo Cherubini ha rimarcato la volontà di Orme nel collaborare anche a progetti futuri, “perché questi momenti di aggregazione fanno bene a tutti”. Alla cerimonia di consegna hanno partecipato anche il sindaco di Nocera Umbra e quello di Foligno. “Queste iniziative, volte alla riscoperta di lunghi bellissimi, rendono ancor più importante il valore dell'associazionismo – dichiara il primo cittadino nocerino Giovanni Bontempi -. Colgo l'occasione per salutare due amici, Paolo Gubbini e Nando Mismetti che, pur con visioni politiche diverse, sono sempre stati disponibili alla collaborazione per il bene dei nostri territori”. E proprio per Nando Mismetti, “la nuova Ss77 ha aperto un mondo nuovo per lo sviluppo di tanti settori: dall'economia alle relazioni, passando per i servizi. L'Umbria e le Marche sono legate ad un mostro chiamato terremoto – afferma Mismetti – ma abbiamo visto che l'unione porta a risultati straordinari”. A chiudere il bel pomeriggio di festa ci ha pensato Giulio Tomassini dei Cai di Camerino, al quale sono andati i 5mila euro raccolti con la Fulginiumarathon. “Noi ci sentiamo umbri, perché storicamente eravamo umbri-camerti – racconta Tomassini -. Ci sentiamo fortemente legati all'Umbria proprio per il nostro passato. E' straordinario toccare con mano la sensibilità dimostrata da tante associazioni e dalle amministrazioni cittadine. Ci impegneremo a fondo per dar seguito a quel progetto avviato nel 2015 e poi abbandonato”.

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento