Fuochi d'artificio venduti senza autorizzazione, due denunce a Bastardo

I controlli sono stati eseguiti dai carabinieri in vista del Capodanno. Sequestrati quasi duemila petardi di varia grandezza, per un totale di 25 chili di peso

I fuochi d'artificio sequestrati a Bastardo

Denunciati perché vendevano fuochi d'artificio senza l'autorizzazione. E' accaduto a Bastardo, frazione di Giano dell'Umbria, dove due commercianti cinesi sono finiti nei guai. I controlli dei militari, messi in campo in vista del Capodanno, hanno portato a sorprendere le due persone mentre stavano vendendo una confezione di petardi vietati ad un minorenne. Gli stessi carabinieri hanno inoltre accertato che, i due commercianti cinesi tenevano in bella mostra numerosi fuochi pirotecnici commerciabili solo se in possesso di una specifica licenzia del Prefetto. Licenza che – come riportato dall'Arma - in questo caso mancava. Il controllo dei carabinieri ha portato al sequestro di circa 1.900 petardi di varia grandezza, per un totale di oltre 25 chili di peso.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento