Giano dell’Umbria, dal Comune 400 euro a chi adotta un cane abbandonato

Tra le iniziative promosse a tutela degli amici a quattro zampe anche la possibilità di adozione a distanza degli ospiti del canile

Un cane

Quattrocento euro a chi adotta un cane abbandonato. È il contributo che il Comune di Giano dell’Umbria si è impegnato a corrispondere nel corso dell’ultima seduta del consiglio comunale, quando cioè la massima assise cittadina ha firmato a favore del nuovo regolamento per la tutela degli animali. Regolamento che, appunto, prevede la concessione di contributo per l’affidamento e l'adozione di cani randagi.

In particolare, il testo, che è stato illustrato dallo stesso sindaco Manuel Petruccioli, prevede la possibilità per qualsiasi cittadino residente in un Comune dell’Umbria di adottare un cane rinvenuto nel territorio comunale e custodito nel canile convenzionato con l'ente, ricevendo un contributo di 200 euro all'affidamento dell'animale e altrettanti dopo 12 mesi. Purché la persona intenzionata ad adottare il cane non abbia delle condanne penali per maltrattamenti di animali e gli garantisca condizioni di sicurezza e benessere, che saranno accertate da appositi controlli della polizia municipale.

Tra i provvedimenti contenuti all’interno del regolamento anche la possibilità di adottare un cane "a distanza", sia da parte di privati che da enti come associazioni o scuole, versando un contributo minimo di 30 euro al mese. Contestualmente è stata promossa una campagna in occasione delle festività natalizie, volta proprio a promuovere l'adozione di un cane custodito nella struttura convenzionata con il Comune.

Tutti i moduli relativi all'iniziativa sono presenti sul sito istituzionale dell'Ente e qualsiasi informazione sugli animali presenti nel canile, o per recarsi a vederli personalmente, potrà essere chiesta all'ufficio di polizia municipale del Comune.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento