La Caritas di Foligno si mobilita per aiutare la popolazione nepalese

E' possibile sostenere le iniziative donando 10 o 25 euro. Ecco le varie modalità di raccolta fondi

Caritas Diocesana di Foligno

Anche la Caritas di Foligno si mobilita in favore del Nepal, sconvolto lo scorso 25 aprile da un devastante terremoto che ha portato morte e distruzione. Oltre 4mila morti, ovvero “una cifra – come commentato a caldo dal direttore della Caritas nepalese - mitigata dall’ora diurna in cui è occorso il sisma”. La rete della solidarietà della Caritas è già partita e che ora tocca anche Foligno, che intende offrire pacchetti solidali a misura di portafoglio per chiunque volesse contribuire al sostegno del paese asiatico. “Con un’offerta di 10 euro – ha ricordato Mauro Masciotti, direttore della Caritas folignate – è possibile assicurare acqua per 7 giorni per un nucleo famigliare nepalese”. Sempre con la stessa cifra si può regalare una tenda per ospitare tre famiglie o finanziare l’acquisto - sufficiente per sfamare una famiglia per una mensilità -  di 30 kg di riso. Più importante è invece il pacchetto di 25 euro con il quale si possono fornire alimenti essiccati per una famiglia per un periodo di 30 giorni. Due sono le modalità di donazione esperibili dai potenziali donatori: versando l’offerta presso la Casa della Carità (dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 13 presso la sede della Caritas Diocesana di Foligno in piazza San Giacomo 11) o a mezzo bonifico. Per chi predilige lo strumento bancario è possibile fare riferimento al c/c intestato a Caritas diocesana di Foligno presso le Casse di Risparmio dell'Umbria, Iban IT 04 T 06315 21700 0000000 49982 con causale “Terremoto in Nepal”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento