Lite tra condomini, interviene la polizia: portate via delle armi

L’episodio è avvenuto a Foligno nella serata di venerdì. Ad allertare le forze dell’ordine una chiamata al numero unico di emergenza

Una volante della polizia di Foligno

Accesa lite tra condomini nella serata di venerdì a Foligno. Ad intervenire sul posto sono stati gli agenti del locale commissariato, dopo che, con una chiamata giunta al numero unico di emergenza europeo, erano state segnalate delle grida provenienti da un’abitazione. Giunti sul luogo della lite, i poliziotti hanno sentito le parti in causa che hanno confermato la lite. Dopo aver identificato le persone coinvolte e aver appurato che nessuno dei presenti necessitava di assistenza sanitaria, gli agenti hanno effettuato alcuni accertamenti dai quali è emerso che una delle inquiline deteneva legittimamente delle armi a Spoleto. Considerata la conflittualità tra i vicini di casa, al termine delle attività di rito, gli operatori hanno raggiunto l’abitazione in cui erano custodite le armi e le hanno ritirate in via cautelativa. L’episodio è stato quindi inserito nell’applicativo Scudo. Come previsto dall’articolo 39 del Tulps - spiegano dalla Questura di Perugia - in casi d’urgenza o quando vi sia il pericolo che i detentori di armi, munizioni o materie esplodenti possano abusarne, gli ufficiali e gli agenti di pubblica sicurezza possono provvedere all’immediato ritiro cautelare, dandone immediata comunicazione al Prefetto che potrà poi emettere un provvedimento divieto di detenzione qualora siano venuti meno i requisiti soggettivi.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento