Nocera Umbra, la campanella suona di nuovo in centro. FOTOGALLERY

Dopo i lavori di ristrutturazione, è stata inaugurata la primaria "Dante Alighieri". Struttura storica che ha visto crescere e studiare tanti nocerini

Il taglio del nastro della scuola di Nocera Umbra (foto Alessio Vissani)

Il suono della campanella e le urla dei bambini. Scene quotidiane di vita che da diciannove anni non facevano più parte del centro di Nocera Umbra. Il terremoto del '97 in un sol colpo aveva infatti distrutto una delle strutture simbolo, dove i più piccoli iniziano il loro percorso di formazione. I piccoli delle elementari insieme a quelli delle medie erano stati costretti a traslocare qualche chilometro più in la, nei prefabbricati dell'area di San Felicissimo. E se quest'ultimi dovranno aspettare ancora un po' per tornare nello storico edificio, i più piccoli lo hanno potuto fare già da inizio 2015. Il taglio del nastro della nuova scuola “Dante Alighieri” è avvenuto alla presenza della presidente della giunta regionale, Catiuscia Marini, che ha accompagnato nella cerimonia il sindaco di Nocera Umbra, Giovanni Bontempi e la dirigente scolastica Serenella Capasso. “Riavere questa scuola nel capoluogo significa ripartire realmente dalle fondamenta dello stare insieme. Da oggi tutte le generazioni inizieranno a crescere per una Nocera migliore – afferma il sindaco – grazie a tutto il consiglio comunale che ha portato avanti questa scelta. E' la dimostrazione che quando si è uniti tutto riesce al meglio”. Emozionata Serenella Capasso. Prima di lei infatti, a dirigere l'istituto scolastico era stato suo padre: “E' un luogo magico dove tante generazioni di alunni hanno imparato a leggere e a scrivere. Questa scuola nasce meglio di come lo era prima”. Nel suo intervento, la presidente Marini ha ricordato il grande impegno per la realizzazione della struttura e come l'Umbria sia tra le regioni che possono sorridere sotto il profilo dell'edilizia scolastica. Tantissimi i nocerini che hanno voluto assistere all'inaugurazione, salutati dai canti e dai pensieri scritti dai piccoli studenti. Tra i presenti, anche il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, Gaudenzio Bartolini, che ha donato alla scuola alcuni strumenti tecnologici per migliorare la didattica.

 

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento