Onorificenze dell'ordine al merito della Repubblica a 25 residenti nel perugino: i nomi

Tra i premiati anche il vigile del fuoco folignate Luciano Ballarin ed il vice ispettore Libero Luchini, in servizio al commissariato di polizia della città della Quintana

Il conferimento dell'onorificenza al tenente colonnello Morra

Si è svolta, questa mattina, giovedì 16 luglio, nella Sala del consiglio provinciale di Perugia la cerimonia di consegna delle onorificenze dell’ordine “Al merito della Repubblica italiana” a venticinque residenti della provincia di Perugia. Una cerimonia che, in ragione delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria, non si è potuta regolarmente svolgere in occasione della Festa della Repubblica del 2 giugno scorso.

Come detto, 25 i cittadini che hanno ricevuto il riconoscimento concesso dal Presidente della Repubblica. Riconoscimento istituito con la legge 178 del 3 marzo 1951 e destinato a ricompensare benemerenze acquisite da cittadini che si sono distinti nel campo delle lettere, delle arti, dell’economia, nelle pubbliche cariche e in attività svolte ai fini sociali, filantropici e umanitari o per segnalati servizi nelle carriere civili e militari.

A consegnare le onorificenze è stato il prefetto Claudio Sgaraglia che, di fronte - fra gli altri - alla presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, al sindaco di Perugia, Andrea Romizi, al presidente della Provincia, Luciano Bacchetta, e ai vertici regionali e provinciali delle forze di polizia, ha evidenziato il profondo significato del riconoscimento. Un premio, cioè, all’impegno di cittadini al servizio della comunità umbra, paradigmatico per la collettività, in particolare in un momento difficile come quello attuale.

Gli insigniti all’ordine “Al merito della Repubblica italiana” rispondono ai nomi di Luciano Ballarin, funzionario folignate del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco in quiescenza, Libero Luchini, Vice ispettore di Nocera Umbra, Valeria Fazio, Benedetto Lipari, Raffaele Ruggiero, Massimiliano Della Gala, Antonio Morra, Claudio Ricci, Antonella Albicocco Giovinati, Marco Bellondi, Maurizio Borrazza, Gianpaolo Censini, Arnaldo Cro, Cesare Fanucci, Mauro Gambetti, Vincenzo Maggiulli, Antonello Marinelli, Giuliano Martinelli, Antonella Morena, Danilo Paciotti, Roberto Papini, Gino Sirci, Alvaro Tortoioli, Bruno Versace e Massimo Vescarelli.

A margine della cerimonia, lo stesso Prefetto Sgaraglia, in procinto di lasciare l’attuale incarico per assumere quello di capo del Dipartimento per gli affari interni e territoriali al Ministero dell’Interno, ha ringraziato per l’esperienza vissuta nel Perugino e per la collaborazione ricevuta ad ogni livello. Ringraziamenti anche per la comunità tutta, per i rappresentanti degli enti territoriali e per le forze di polizia. 

Logo rgu.jpg

di Matteo Castellano

Aggiungi un commento