Qualità dell'aria, l'Arpa: “A Foligno e Terni troppi sforamenti”

Presentati i dati del monitoraggio. Mismetti: “Aumentate pedonalizzazioni e piste ciclabili”

Smog dalle autovetture

“Una situazione non allarmante”. E' questo il quadro legato alla qualità dell'aria in Umbria secondo l'Arpa. Presentati mercoledì mattina a Terni i risultati dell'attività analitica e di campionamento svolta dal 2013 al 2014 dall'agenzia regionale per la protezione ambientale, che ha esposto numeri e cifre all'indomani dell'entrata in vigore della normativa che ha cambiato il modo di monitorare la qualità dell'aria. Criticità nella Conca ternana per quanto riguarda i metalli pesanti, anche se la situazione dei vari agenti inquinanti non sembra essere allarmante. “Nel 2014 Foligno e Terni hanno avuto un numero di giorni superiori per il valore delle polveri sottili consentiti dalla normativa vigente – ha affermato il direttore tecnico di Arpa Umbria, Giancarlo Marchetti - su tutto il territorio regionale – prosegue - i dati di levoglucosano correlati con il benzo(a)pirene evidenziano che quest’ultimo ha un origine prevalentemente dovuta alla combustione di biomasse anche per uso domestico”. Sulla qualità dell'aria nella città della Quintana è intervenuto il sindaco di Foligno Nando Mismetti in un'intervista che andrà in onda giovedì 18 giugno alle 19 su Radio Gente Umbra nella rubrica dedicata all'ambiente condotta da Catiuscia Morelli. “Per diminuire l'inquinamento il Comune di Foligno ha puntato sulla diminuzione del traffico attraverso la pedonalizzazione del centro storico e aumentando le Ztl – ha affermato Mismetti - quando si arriva in determinati momenti scattano delle misure anche per la periferia. Inoltre abbiamo potenziato il sistema delle reti ciclabili. In più stiamo cercando di portare avanti dei progetti per i ragazzi (come Piedibus ndr) per cercare di far capire che non è sempre necessario andare in auto ma si può andare a scuola a piedi o con i mezzi pubblici”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento