Quintana, a Foligno successo per la “Cena del popolano”: il ricavato per un'ambulanza veterinaria

I popolani dei dieci rioni si sono ritrovati negli scorsi giorni per avviare ufficialmente il 2018 con un'iniziativa lodevole. Ad ospitare i rionali gli spazi del rione Badia

La "Cena del Popolano" 2018

I popolani folignati hanno già avviato il loro 2018 quintanaro. Come? Attraverso una riuscitissima cena che si è svolta negli scorsi giorni nei locali del rione Badia. I quintanari dei dieci rioni si sono ritrovati per la “Cena del popolano”, un convivio che ha raccolto circa 150 persone. Tutti rigorosamente vestiti da popolani, i rionali hanno così salutato il nuovo anno in una serata tra divertimento, goliardia e voglia di stare insieme. Il tutto con uno scopo più che nobile. Il ricavato della cena, tolte le spese, sarà infatti devoluto in beneficenza. L'importo raccolto andrà a sommarsi a quello che l'Ente Giostra, attraverso le varie iniziative, destinerà all'acquisto di un'ambulanza veterinaria. Per l'occasione è stato invitato anche uno dei magistrati dell'Ente Giostra, Lucio Cacace. A lui è stata consegnata una lettera di ringraziamento per il suo impegno nel voler acquistare il mezzo. "E' per questo - hanno scritto i rionali nella lettera - che il ricavato della cena servirà per aiutarti nell'acquisto dell'ambulanza veterinaria". Tutti i popolani dei dieci rioni sono stati quindi protagonisti di un nuovo grande gesto di generosità, regalandosi anche una serata in allegria. Tra chi ha portato la propria chitarra e chi ha intonato qualche canzone, la serata ha regalato grande divertimento. “L'obiettivo è quello di rifarla anche il prossimo anno – spiega Emanuela Ceccarelli, rionale del Croce Bianca che ha organizzato la Cena del popolano -. Quella del tre febbraio scorso per me è stata la terza cena di questo tipo, ma per tanti era la prima e sono contenta che le persone si siano divertite”. In attesa della prossima “Cena del popolano”, i rionali di Foligno hanno già avviato il loro anno nel migliore dei modi.

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento