Quintana, scatta il piano sicurezza: cartelli luminescenti e “contapersone” durante il corteo

Nel giorno della Giostra vietata la vendita di alcolici in recipienti di vetro: per chi sgarra una sanzione di 400 euro. Tornano come lo scorso anno le misure di “safety”

Mismetti in piazza per il cerimoniale (foto Alessio Vissani)

Contapersone, cartelli luminescenti e un incremento di steward in piazza della Repubblica e al “Campo de li giochi”. Sono le nuove disposizioni in materia di sicurezza messe a punto dall’Ente Giostra, d’accordo con questura e polizia municipale, in vista degli appuntamenti clou della Quintana di Foligno in programma per il prossimo weekend. I provvedimenti riguarderanno, quindi, il corteo storico che si terrà venerdì 15 giugno lungo le vie del centro cittadino per poi confluire nella centralissima piazza della Repubblica e a seguire la Giostra della Sfida del giorno successivo, ossia di sabato 16 giugno. In particolare, verranno controllati gli accessi a piazza della Repubblica, mentre in caso di black out le vie di fuga verranno indicate da una cinquantina di cartelli luminescenti, disseminati lungo il centro storico. All’interno del Campo, invece, oltre all’aumento del numero di steward, è previsto il divieto di vendita e la somministrazione di bevande con un tasso alcolico superiore a cinque gradi. Divieto che sarà valido sia all’interno che nelle immediate vicinanze del Campo de li Giochi e che prevede multe da 400 euro per i trasgressori, come disciplinato dall’ordinanza firmata dal sindaco Mismetti. Pugno duro anche sulla vendita, l’asporto o la somministrazione di cibi e bevande in contenitori metallici o di vetro. L’obiettivo è quello di consentire il tranquillo svolgimento della competizione tra i dieci binomi ai tanti cittadini e turisti che interverranno alla due giorni quintanara. Il tutto sul modello di quanto fatto lo scorso anno. La stretta in materia di sicurezza infatti, lo ricordiamo, si era già avuta a seguito della Giostra della Sfida dello scorso anno, come conseguenza di quanto accaduto a piazza San Carlo, a Torino, in occasione della finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid. L’imperativo, dunque, anche in questo caso sarà garantire la sicurezza di tutti i presenti.

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento