Rubavano nei garage di Foligno e Spoleto: la polizia arresta altri cinque giovani

Si chiude il cerchio dell'articolata attività investigativa della polizia, che ha sgominato una banda criminale composta da più di dieci persone

Parte degli oggetti rubati dalla "banda del tassello"

Si chiude il cerchio delle indagini per quella che è stata ribattezzata la “banda del tassello”. La polizia di Perugia ha infatti concluso un'articolata attività investigativa, che ha portato a sgominare la banda criminale composta da più di dieci soggetti dell'Est Europa. Nelle prime ore di venerdì, gli agenti hanno arrestato gli ultimi cinque ladri: C.D. e V.C.S. – cittadini rumeni classe 1980 e 1987 – e V.C., I.C. e M.C., tre moldavi rispettivamente di 23, 50 e 30 anni. Tutti loro sono accusati di far parte di un'associazione a delinquere finalizzata al furto e alla ricettazione. I cinque giovani, facevano parte di quel sodalizio criminale che, a partire dallo scorso anno, aveva iniziato una sistematica attività di furti e ricettazione di oggetti rubati nei garage condominiali di Perugia, Bastia Umbra, Foligno e Spoleto. Oggetto dei furti sono state biciclette, attrezzi da lavoro e giardinaggio, elettrodomestici, generi alimentari e via dicendo. La banda è stata sgominata grazie ad una paziente ed efficace attività investigativa degli uomini della squadra mobile, sezione “antirapina”. Già lo scorso autunno la polizia aveva individuato e arrestato le prime due persone. In quell’occasione era stato recuperato anche materiale rubato per un valore complessivo di 30mila euro. Da subito, però, gli investigatori hanno avuto il sentore che la rete dei ricettatori – costituita da cittadini di origine esteuropea – fosse molto più ampia, approfondendo così le indagini. A febbraio nuove perquisizioni domiciliari avevano fatto messo nei guai altrettante persone. In quell'occasione, saltarono fuori altri 10mila euro di beni rubati.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento