Salva un uomo dal suicido, l'agente Claudio Tamburo premiato in Comune

Nel corso della sua carriera all'interno della polizia locale, l'appuntato scelto ha compiuto anche altri gesti eroici che gli sono valsi encomi e premi. L'ultimo è il giglio della città

Claudio Tamburo premiato dal sindaco Zuccarini

Quattro vite strappate alla morte. Lui è Claudio Tamburo, agente della polizia locale di Foligno, che nel corso degli anni ha messo in azione diversi gesti eroici salvando quattro persone. La prima storia risale a diversi anni fa (Tamburo è nel Corpo di polizia locale dal 1998), con l'appuntato scelto che riuscì a salvare una ragazza dal suicidio. La giovane aveva provato a farla finita attraverso un mix di veleno e alcol. Più recente l'episodio in cui Tamburo è riuscito a salvare un uomo rimasto intrappolato in un sottopassaggio allagato a Sant'Eraclio. Il penultimo caso in ordine di tempo è avvenuto invece in viale Firenze, quando Tamburo ha salvato un uomo che aveva avuto un infarto, agendo con un tempestivo massaggio cardiaco. Nei tre casi, l'agente tamburo era di pattuglia rispettivamente con i colleghi Giampiero Fava, Emanuele Zaccaria e Antonietta Raponi. Di pochi giorni fa invece l'intervento con il collega Paolo Margasini, quando Claudio Tamburo ha convinto un uomo a non uccidersi grazie ad un proficuo dialogo con lo stesso. Parlando, l'agente Tamburo è riuscito a convincerlo a non suicidarsi. Ora, dopo gli encomi, i riconoscimenti e gli elogi degli scorsi anni, anche l'ultimo eroico gesto gli è valso il plauso dell'amministrazione comunale. L'agente Claudio Tamburo è stato così ricevuto dal sindaco nella sala del consiglio comunale. Il primo cittadino Stefano Zuccarini gli ha quindi donato una spilla con lo stemma della città, appuntandogliela al petto. Con l'occasione è stato ringraziato anche il comandante della polizia locale Marco Baffa e l'intero Corpo.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento