A Sant'Eraclio i consigli per stare alla larga dalle truffe energetiche

Nell'incontro organizzato dal gruppo seniores di Enel ha partecipato anche un esponente della caserma dei carabinieri di Foligno. Illustrati anche i consigli per risparmiar sulla bolletta

L'incontro dell'Enel a Sant'Eraclio

L’obiettivo è quello di formare cittadini e associazioni di Sant’Eraclio al fine di debellare possibili truffe, incentivare il risparmio energetico e fornire tutti i dettagli necessari per ottenere il bonus sociale voluto dal governo Renzi. Questa la proposta della sezione Umbra dell’associazione nazionale seniores Enel che, con il patrocinio del Comune di Foligno e la collaborazione dell’Uniauser e della locale comunanza agraria, ha indetto un incontro con le parti in causa. Primo tra gli argomenti trattati, quello del bonus. Indispensabile per ottenerlo - è stato detto - la richiesta al Comune di residenza, dimostrando il proprio disagio economico, con la possibilità di rivolgersi all’Asl nei casi di gravi condizioni fisiche. Diversi, poi, i consigli per quanto riguarda il risparmio energetico: dall’utilizzo di lampadine a Led allo spegnimento di tutti i monitor durante la notte, non lasciandoli dunque in stand-by, e fino ad arrivare a posizionare il frigorifero lontano da fonti di calore.  Per quanto riguarda la tematica delle truffe, infine, è stata sottolineata l’importanza di parlarne, sia per affrontare in maniera positiva la beffa subita sotto l’aspetto psicologico sia per garantire la circolazione di informazioni come strumento di prevenzione. Ad elencarle è stato un esponente della caserma dei carabinieri di Foligno.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento