Sicurezza, a Foligno un piano da oltre 800mila euro per la videosorveglianza

La giunta Zuccarini ha approvato la progettazione definitiva ed esecutiva presentata a fine marzo dalla ditta incaricata. Il sindaco: “Obiettivo creare un’unica centrale operativa”

Stefano Zuccarini

Un sistema di videosorveglianza del valore di oltre 800mila euro. È quello che verrà installato a Foligno dopo l’ok della giunta Zuccarini alla progettazione definitiva ed esecutiva presentata a fine marzo dalla ditta romana Intermatica, incaricata appunto di redigere il piano complessivo. Un piano che, così come spiegato dal primo cittadino, interesserà la sicurezza nella sua accezione più ampia, con riferimento tanto al contrasto alla criminalità quanto al controllo e monitoraggio del traffico. Delibera di giunta alla mano, il progetto prevede l’ammodernamento e l’implementazione di un sistema di controllo del territorio con nuove tecnologie, ma non solo. Tra i punti di forza del piano figura, infatti, l’attivazione di un collegamento al sistema centralizzato nazionale targhe e transiti (Scntt), l’accesso da parte del locale commissariato della polizia e della caserma dei carabinieri e l’integrazione con le postazioni di videosorveglianza privata e con le centrali delle forze dell’ordine al fine di realizzare un’unica centrale radio. Obiettivo, questo, richiamato nella delibera di giunta ma ribadito anche dal sindaco Zuccarini, che ha spiegato come il nuovo sistema sarà finanziato con “fondi comunali” dopo che “il progetto ministeriale non è andato a buon fine”. “Il Ministero ha privilegiato Comuni di piccola entità - ha, infatti, dichiarato -, ma abbiamo deciso di rimodularlo, mettendo a bilancio fondi nostri”. Il nuovo sistema coprirà tanto il centro storico quanto la periferia, con un’attenzione particolare alle rotatorie di ingresso alla città. “Così facendo - ha aggiunto Stefano Zuccarini - potremo, tra l’altro, monitorare i flussi di traffico, eventuali rallentamenti o ingorghi o situazioni particolari come auto che procedono contromano. La novità, comunque, sarà la creazione di una centrale unica all’interno del comando della polizia municipale. Si tratta, inoltre, di un progetto modulare che potrà essere ampliato anche in futuro”. Per ciò che riguarda i tempi di realizzazione, previsti due stralci. “Contiamo di concludere il primo entro la fine dell’anno - ha concluso - ma non escludo che entro dicembre si possa arrivare anche all’acquisto di tutto il sistema hardware”.

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento