A Spello nascono due nuovi gruppi di controllo del vicinato

Le zone interessate sono quelle di Capitan Loreto e via Fontanello. Intensificato anche il pattugliamento notturno del territorio con agenti in borghese

Una vettura della Polizia Municipale

Sale a sette il numero di gruppi di controllo del vicinato attivati a Spello. A quelli di Limiti e San Felice, Acquatino, Chiona e Prato, si sono aggiunti infatti quelli di Capitan Loreto sud e Via Fontanello/P. Prato.

Si va intensificando, dunque, l’attività di controllo del territorio. Il corpo di polizia municipale, coadiuvato dal nuovo comandante Luigi Giordano, nel dare attuazione alle direttive dell’amministrazione comunale, ha infatti implementato gli sforzi in diverse attività fondamentali per migliorare il presidio dei luoghi. Nel dettaglio, le azioni hanno riguardato la promozione e il supporto per la costituzione di altri due gruppi di controllo del vicinato. Importante è stato, in quest’ottica, il confronto tra la polizia municipale e i gruppi neo costituiti che sono stati informati sulle criticità dei luoghi e sul protocollo firmato tra la Prefettura di Perugia ed il Comune di Spello con una particolare attenzione all’uso corretto dei profili whatsapp dedicati alle segnalazioni dei residenti.

Intensificati anche i controlli notturni che, grazie a nuovi equipaggiamenti in dotazione alla municipale, sono stati effettuati in borghese per agevolare e rendere più efficaci le operazioni nelle ore più difficili. Le attività di controllo e prevenzione verranno ulteriormente implementate nei prossimi mesi. 

Parallelamente, la polizia municipale spellana è stata impegnata in una significativa attività di formazione, con l’organizzazione di tre corsi in materia di sicurezza urbana che hanno riscontrato una numerosa partecipazione con operatori provenienti da tutta Italia. In particolare, il primo ha riguardato l’addestramento tecnico-operativo degli operatori della municipale, con una parte pratica dedicata alla simulazione di arresti ed altre interventi con l’uso dell’arma in dotazione e della forza fisica. Il secondo, invece, si è concentrato sull’aggiornamento nelle materie della safety e security delle manifestazioni e nel terzo, la polizia locale è stata addestrata a riconoscere i documenti contraffatti come le patenti e formata nel controllo degli autocarri.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento