Traffico di rifiuti, la Vus chiede il dissequestro degli 800mila euro

L'azienda di servizi dei comuni della Valle umbra sud ha provveduto a nominare un legale per seguire la vicenda

La sede di via IV Novembre della Valle Umbra Servizi

Traffico di rifiuti, la Valle Umbra Servizi si tutela. In relazione all’inchiesta avviata dalla Procura della Repubblica di Perugia sulle modalità di gestione dell’impianto di trattamento rifiuti in località Casone (Foligno) nel periodo 2013-2017, l'azienda di servizi dei 22 Comuni della Valle umbra sud ha reso noto di aver affidato all’avvocato Francesco Compagna l’incarico di rappresentare e di difendere la società nelle competenti sedi giudiziarie. “Oltre a fornire ogni opportuna collaborazione all’autorità inquirente ai fini di una corretta ricostruzione dei fatti – fanno sapere dall'azienda - Valle Umbra Servizi S.p.A. ha inoltre ritenuto di avanzare sin d’ora formale richiesta di riesame del provvedimento di sequestro adottato al fine di sollecitare un’immediata verifica sull’effettiva fondatezza dell’ipotesi accusatoria prospettata in via indiziaria”. Oltre alle 5 persone indagate, lo ricordiamo, la Procura distrettuale antimafia aveva provveduto anche a sequestrrare 811mila euro alla Valle Umbra Servizi.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento