Umbria, continua a salire il numero degli assistiti nel post sisma

Gli ultimi dati parlano di 5250 persone in un totale di 24 Comuni, tra cui anche Foligno e Spello. Attivato un servizio navetta gratuito da e per le città di Cascia e Norcia

Il C.O.C. a Norcia durante il sisma 2016 (foto Vissani)

Continua a crescere il numero di persone assistite in Umbria dopo i recenti eventi sismici. Secondo quanto emerso dai dati divulgati dal Centro funzionale di protezione civile della Regione Umbria, infatti, al momento gli assistiti sono 5250, 244 in più rispetto alla giornata di giovedì. Tra loro anche gli allevatori, per un totale di 24 Comuni coinvolti, tra cui anche quelli di Foligno e Spoleto. I cittadini che hanno trovato assistenza in alberghi che si trovano fuori dall’area del cratere sismico sono 1002; in 3469, invece, sono alloggiati in strutture comunali e ricettive locali; mentre sono 769 quelli che vivono in tenda. Attivate, poi, navette quotidiane per le cittadine di Cascia e Norcia, con partenza da tutti gli alberghi in cui sono ospitate le persone provenienti dalle zone terremotate. Secondo quanto comunicato dalla Regione Umbria, infine, è in fase di attivazione un sistema di informazione diretta su tutte le procedure relative al nuovo sisma. Strumento, questo, che sarà a disposizione sia di quanti sono rimasti nelle zone di residenza, ma anche di coloro che hanno lasciato temporaneamente le aree colpite dal terremoto e che si trovano, quindi, in altri luoghi.  

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento