Un bel regalo di Natale per Foligno: finiti i lavori all'Oratorio della Nunziatella

In questi giorni riconsegnate le chiavi al gestore del polo museale cittadino, che ora dovrà provvedere alla riapertura della struttura. Gli interventi finanziati completamente dal Comune

L'Oratorio della Nunziatella

Quest'anno Babbo Natale a Foligno passerà in anticipo. Sono infatti terminati i lavori di ristrutturazione all'Oratorio della Nunziatella, scrigno di assoluta bellezza all'interno del cuore cittadino. Una vera e propria strenna per folignati e turisti, che in questi due anni hanno dovuto rinunciare a visitare una struttura che al suo interno conserva anche un'opera realizzata dal Perugino. L'Oratorio è infatti rimasto chiuso in seguito al sisma del 2016. La Nunziatella non aveva subito particolari danni, ma necessitava comunque di alcuni piccoli interventi. Realizzato nel 1494 molto probabilmente da Francesco di Bartolomeo da Pietrasanta, l'Oratorio della Nunziatella fu costruito per custodire un'immagine miracolosa dell'Annunciazione. In questi ultimi mesi il Comune di Foligno ha svolto degli interventi con somme proprie per garantire la massima sicurezza di tutti coloro che vogliono visitarlo. I lavori sono stati svolti dalla Coo.bec di Spoleto per un importo complessivo di 36mila euro. L'Oratorio ora sarà finalmente accessibile dall'esterno, senza passare per la sacrestia. In particolare, è stata sistemata una lesione sulla sommità dell'attacco tra la cupola ed il piano della facciata. Gli interventi hanno previsto l'applicazione di alcune catene metalliche longitudinali e trasversali che permetteranno così di contenere ancora meglio una possibile azione sismica. A ciò, sono state aggiunte delle piattabande, consolidate con delle barre elicoidali inserite a secco. Ora che il cantiere è stato definitivamente smantellato, l'Oratorio si presenta anche all'esterno come era un tempo. Riconsegnate le chiavi al gestore dei musei cittadini, la sua riapertura dovrebbe essere imminente.

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento