Vendevano online moto rubate: due denunce a Spoleto

A finire nei guai due fratelli di 19 e 25 anni di origini romene. A far scattare le indagini una segnalazione giunta al commissariato della città ducale

Volante della polizia

Moto rubate e poi rivendute online. Questo il motivo che ha portato, a Spoleto, alla denuncia per ricettazione di due fratelli di origini romene di 19 e 25 anni. A far scattare le indagini una segnalazione arrivata al commissariato spoletino, a seguito della quale gli agenti hanno iniziato a passare al setaccio la città ducale, individuando in un quartiere spoletino uno strano giro che li ha portati a rinvenire all'interno di un garage due moto di grossa cilindrata e due ciclomotori poi risultati rubati. Accertato il furto, i poliziotti hanno quindi fissato un appuntamento telefonico con il titolare dell'inserzione, pubblicata in rete, della vendita di una moto priva di documenti. All'incontro con gli agenti si sono quindi presentati i due fratelli, arrivati a bordo di un ciclomotore sul quale sono in corso degli accertamenti. Bloccati, i due romeni sono stati denunciati per ricettazione.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento