Vendevano vestiti firmati ma falsi: i carabinieri di Trevi denunciano due donne

Valore complessivo della merce 15mila euro, con i capi di abbigliamento e scarpe pronti ad essere immessi nel mercato locale

Gli abiti contraffatti sequestrati dai carabinieri di Trevi

Due donne italiane incensurate sono finite nei guai dopo essere state trovate in possesso di numerosi capi di abbigliamento contraffatti e pronti per essere immessi nel mercato locale. Le donne sono state scoperte dai carabinieri di Trevi, che hanno ritrovato ben 174 capi di abbigliamento e scarpe con le griffe più in voga del momento. Tutti ovviamente falsi. Il valore commerciale è di circa 15mila euro. Vista la mancanza di una documentazione commerciale, insieme alla scarsa qualità ed il tipo di confezionamento della merce, i carabinieri si sono subito insospettiti, sequestrando la merce per ulteriori accertamenti. Denunciate, le donne dovranno rispondere dell'accusa di ricettazione e di commercio di prodotti con segni falsi.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento