Viabilità, proposta del Comune per lo svincolo di San Giovanni Profiamma

Dopo le proteste dei cittadini della frazione folignate, proposta dell'amministrazione ad Anas per evitare ingorghi ed aumentare la sicurezza nella frazione: “Ecco cosa fare”

Presentazione della proposta per lo svincolo di San Giovanni Profiamma

Una soluzione rapida per la viabilità di San Giovanni Profiamma. E' quella che l'amministrazione comunale di Foligno presenterà ad Anas, con l'obiettivo di risolvere i problemi derivanti dalla nuova conformazione viaria lungo la Flaminia, all'indomani dei lavori di messa in sicurezza dell'arteria. Il tratto interessato è lo svincolo che porta alle località di Colle e La Valle, ma sostanzialmente ad essere interessata è l'intera frazione. Ad oggi infatti, la nuova viabilità crea ingorghi in paese e provoca problemi di sicurezza agli abitanti e alle attività commerciali nei pressi dello svincolo. Le difficoltà sono frutto della mancata realizzazione dell'ultimo tratto della complanare, che per cinquecento metri non si riaggancia con la viabilità a nord della frazione. “E' una situazione che abbiamo ereditato da chi ci ha preceduto, un errore incomprensibile delle precedenti amministrazioni – spiega il sindaco, Stefano Zuccarini -. Abbiamo quindi formulato una soluzione che possa essere rapida e risolutiva, visto che la possibilità di completare la complanare costerebbe al Comune circa 1 milione di euro e porterebbe a delle lungaggini legate anche agli espropri, difficili da ottenere allo stato attuale”. E' così che ad Anas è stata sottoposta un'ipotesi che in linea di massima dovrebbe essere accettata. Si tratta della realizzazione di un accesso alla Ss3 dallo svincolo oggetto della problematica, per evitare che gli automezzi (soprattutto quelli pesanti) entrino all'interno dell'abitato di San Giovanni Profiamma o che vengano compiute manovre azzardate per riprendere la Flaminia in maniera scorretta. L'ingresso e l'uscita dello svincolo saranno separati da una sorta di aiuola, mentre quel tratto di strada diventerà di competenza municipale, con gli oneri della sicurezza e della manutenzione che passeranno in carico al Comune. Una volta acquisito il parere positivo di Anas, in pochi mesi la soluzione dovrebbe essere messa in pratica. Poi si aprirà tutto il fronte degli aggiustamenti della viabilità interna legata anche agli accessi privati. Il Comune non chiude però la porta alla realizzazione, in futuro, della complanare: “La inseriremo all'interno del Pums – spiega il primo cittadino folignate – così da poter ottenere eventuali fondi europei”. All'illustrazione del nuovo progetto erano presenti anche alcuni cittadini di San Giovanni Profiamma, che nel corso del tempo hanno sollecitato il Comune a trovare una soluzione alla problematica, anche attraverso lettere ed una raccolta firme.

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento