Anche sessanta folignati tra i camminatori dell’Appia Day

L’iniziativa di stampo internazionale lungo un percorso di 16 chilometri tra antichi acquedotti e tombe monumentali

La conferenza stampa di presentazione del cartellone 2016 di "Orme - Camminare liberi"

In sessanta sono partiti da Foligno, a bordo di un treno, ed hanno raggiunto la Capitale per partecipare, domenica 14 maggio, all’iniziativa storico-ambientale “Appia Day”. Si tratta di sessanta escursionisti dell’associazione “Orme. Camminare Liberi” che, insieme a decine di migliaia di altre persone provenienti da tutto il mondo, sono andati alla scoperta delle bellezze architettoniche che caratterizzano l'antico tracciato della via Appia, la strada consolare costruita nel IV secolo avanti Cristo che collegava la capitale con Brindisi. Lungo un percorso di 16 chilometri, i camminatori hanno potuto ammirare gli antichi acquedotti ad arcate, come il Claudio, il Marcio e il Felice, la villa dei Quintili, numerose tombe monumentali, tra cui quella imponente di Cecilia Metella, e la villa dell'imperatore Massenzio con il suo circo per le gare equestri. L’iniziativa, coordinata da Pasquale Riccioni, si è poi conclusa con una distensiva passeggiata di gruppo nel verdeggiante Parco della Caffarella.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento