A Bevagna tutto pronto per “eXtraordinaria”: il Mercato delle Gaite come non si è mai visto

L’appuntamento con l’edizione online della manifestazione medievale è in agenda dal 18 al 28 giugno: in agenda incontri, esibizioni musicali e appuntamenti in cucina 

Un particolare del Mercato delle Gaite (foto Vissani)

Tutto pronto a Bevagna per un’edizione del Mercato delle Gaite fuori dall’ordinario. Se l’emergenza sanitaria legata al Covid-19 ha infatti reso impossibile vivere in presenza, come da tradizione, la manifestazione principe del borgo umbro, non è riuscita però a fermare la voglia del popolo delle Gaite di vivere e far vivere le atmosfere dell’antico mercato medievale. E così, facendo di necessità virtù a prendere forma è stata “eXtraordinaria, le Gaite come non le avete mai viste”. L’appuntamento è rigorosamente online da giovedì 18 a domenica 28 giugno, nelle stesse date cioè in cui si sarebbe dovuta tenere l’edizione 2020 - di fatto la 31esima - del Mercato delle Gaite. Per l’occasione è stato messo a punto un ricco programma di video in cui, accanto alla partecipazione di studiosi ed esperti, ci saranno gruppi musicali, giullari, rievocatori, divulgatori storici, cuochi e una folta rappresentanza del popolo delle Gaite. Per dieci giorni, dunque, i riflettori si accenderanno su interventi ed esibizioni musicali, appuntamenti culinari in chiave rigorosamente medievale e momenti fotografici. A prendere parte a “eXtraordinaria” saranno nomi di spicco. Tra i tanti, quelli di Franco Cardini, Franco Franceschi, Chiara Frugoni, Massimo Montanari, tra gli storici. Musicanti Potestatis e Tripudiantes, invece, per i gruppi musicali. E poi, spazio ai bambini e ai padri fondatori, alle chiarine ed agli arcieri. Ed ancora le testimonianze dei giurati intervenuti al Mercato delle Gaite negli anni passati e i testi del concorso letterario Scripta Volant. “L’edizione ‘eXtraordinaria’ del Mercato delle Gaite - spiegano i promotori - è un impegno e una promessa da parte di tutto il popolo delle Gaite: la promessa - proseguono - di non mollare e l’impegno a tornare presto a popolare le strade e le piazze dell’antica Mevania". 

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento