A Bevagna un convegno sulla storia e i segreti del Sagrantino

In agenda per sabato 12 novembre all’auditorium Santa Maria Laurentiam, vedrà intervenire studiosi ed esperti del vitigno umbro

Il consiglio direttivo della Confraternita del Sagrantino

Quarant’anni di Sagrantino. Sabato 12 novembre, alle 17, nella suggestiva cornice dell’Auditorium Santa Maria Laurentia a Bevagna, si svolgerà il convegno nazionale “40…volte Sagrantino 1982–2022”. Un incontro, organizzato dalla Confraternita del Sagrantino in occasione del quarantennale dalla sua fondazione. Il programma dell’evento prevede l’intervento di vari ospiti. In apertura, i saluti dei sindaci dei Comuni del territorio della Sagrantino Docg. A seguire, saliranno sul palco il presidente del Consorzio Tutela Vini Montefalco, Giampaolo Tabarrini; Serena Marinelli,  numero uno dell’associazione Strada del Sagrantino; Pietro Marchi, alla guida dell’Associazione Italiana Sommelier; Cristina Paparella, presidente regionale Assosommelier e Alessandro Silvestrini Gran Cordone della Confraternita del Sagrantino. Ulteriori interventi, di assoluto rilievo, sono affidati ad Alvaro Chiacchera, già presidente del Consorzio Agrario Perugia-Foligno, che relazionerà su “Gli albori della Doc/Docg Sagrantino di Montefalco”; Manuel Vaquero Pineiro, professore dell’Università degli Studi di Perugia che parlerà de “Il Sagrantino nel corso dei secoli”; Alberto Palliotti, docente dell’Università degli Studi di Perugia, con un intervento su “I vitigni autoctoni patrimonio dell’Umbria”; Alex Revelli Sorini, professore dell’Università Telematica San Raffaele di Roma, che tratterà di “Genius Loci: leva del Marketing Territoriale del Sagrantino”; ed infine Paolo Tamagnini, che interverrà con una relazione dal titolo “Sagrantino. I vizi del Vinum Sacrum”. In agenda, dunque, un evento rivolto agli addetti e agli appassionati del settore, ma anche a chiunque abbia interesse ad approfondire la conoscenza del Sagrantino.

Logo rgu.jpg

di Fatima Tomassini

Aggiungi un commento