Dante e la Divina Commedia rivivono nello spettacolo di fine anno dell'istituto “Galilei”

Dopo lo stop imposto dalla pandemia, negli ultimi giorni di scuola i piccoli alunni di Sant'Eraclio hanno messo a frutto le ricerche fatte sul Sommo poeta in occasione dei 700 anni dalla morte

Un momento dello spettacolo su Dante dell'Istituto "Galilei"

Tre giorni di spettacoli e grandi emozioni. Sono quelli che i piccoli studenti dell'Istituto comprensivo “Galilei” di Sant'Eraclio hanno fatto vivere ai loro genitori, al personale scolastico e alle tante persone che non si sono volute perdere due rappresentazioni di grande spessore. Già, perché sia le classi quarte che le quinte della scuola della frazione folignate hanno messo in scena due spettacoli dedicati a Dante Alighieri e la sua Divina Commedia. Si è partiti da “A spasso con Dante”, progetto delle classi 4A-4B e 4C partito nel 2021 in occasione del settecentesimo anniversario dalla morte del Sommo poeta. Progetto che ha previsto letture, durante le ore scolastiche, della versione per ragazzi della Divina Commedia. Da qui dunque la decisione di mettere in scena la celebre opera. Scritta dall'insegnante Silvia Innocenzi, la sceneggiatura ha visto il prezioso aiuto delle colleghe Raffaella Massini, Nunzia Balestrieri, Irene Palazzi, Luana Orsini, Annalisa Di Crocco e Francesca Buono. Si tratta di una rivisitazione moderna dell'opera originale. Le coreografie e le canzoni sono state curate dalle professoresse Federica Fabrizi ed Elga Ciancaleoni, con il supporto di Valentina Tosti. Ma, ovviamente, i veri protagonisti sono stati i bambini che, dopo due anni di pandemia, si sono rimessi in gioco con la voglia di tornare a recitare. Il grande entusiasmo dei bambini li ha portati ad “entrare”, con curiosità ed estrema serietà, nella Selva Oscura di Dante, incontrando fiere feroci, per poi essere traghettati da Caronte nei gironi dell'Inferno tra avari, lussuriosi e golosi. Si sono poi imbattuti nell'amore tragico di Paolo e Francesca e sono giunti infine al Paradiso, accompagnati dalla bella Beatrice. Ma ad essere coinvolti sono stati anche i genitori, che hanno realizzato a mano i costumi dello spettacolo, oltre alla preparazione delle scenografie. Il materiale è stato donato dalla Tappezzeria Innocenzi, che si è dimostrata molto sensibile all'iniziativa.

Dai ragazzi delle quarte a quelli della 5A e 5B, che hanno messo in scena uno spettacolo teatrale dal titolo “In viaggio con Dante”. L'attività, sospesa durante il lockdown dello scorso anno, è ripresa con degli studenti che già erano abituati al palcoscenico. Infatti, nei precedenti anni scolastici, avevano avuto l’opportunità di realizzare spettacoli. Quest’anno i piccoli hanno così ritrovato l’entusiasmo e la volontà di intraprendere un nuovo percorso, che ha messo alla prova le loro capacità interpretative dei vari linguaggi: verbale, mimico-gestuale, musicale e corporeo. Insieme hanno letto e commentato i versi dell’Inferno dantesco, insieme hanno vissuto le emozioni del sentirsi in una Selva Oscura e non trovarne l’uscita, insieme hanno attraversato le difficoltà del passaggio dalla fanciullezza all’adolescenza, dal conosciuto allo sconosciuto, da una scuola di prima accoglienza ad un successivo grado di scolarità. Inoltre, hanno vissuto insieme la preparazione del copione teatrale, scrivendo, loro stessi, le prime scene. Dante rappresenta, per loro, l’anello di congiunzione tra il fantastico del fanciullo e la realtà dell’adulto. Insieme a Virgilio, non ci sono migliori amici con cui poter condividere un viaggio tra difficoltà e sorprese, tra avventure e meraviglie. Per la realizzazione dello spettacolo hanno collaborato le insegnanti del team. Il testo teatrale è stato scritto dagli alunni e dalle insegnanti Donatella Eleuteri e Angelica Meloni, che hanno selezionato la scaletta musicale. Le coreografie sono state curate da Monia Ventura e dalla docente di educazione fisica Federica Fabrizi. Degli arrangiamenti si è occupata la professoressa di musica Elga Ciancaleoni. I rappresentanti di classe e alcuni genitori hanno partecipato attivamente alla compagnia teatrale. Ringraziamento speciale ad Alessia Della Vedova e Valentina Tosti, in qualità di tecnico audio. Regia di Donatella Eleuteri.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento