Foligno, al via giovedì la 42esima edizione di “Segni Barocchi Festival”

La kermesse culturale, che proporrà appuntamenti anche nelle frazioni del territorio, si terrà dal 2 all’8 settembre. La “Notte barocca” torna sabato 4 per le vie del centro

Momento di Segni Barocchi

È tutto pronto al Foligno per la 42esima edizione di “Segni Barocchi Festival”. La kermesse, infatti, si svolgerà all’ombra del Torrino dal 2 all’8 settembre e proporrà concerti, spettacoli di danza e teatrali, recital organistici, conferenze e visite guidate. In cartellone, oltre ad altri appuntamenti collaterali, anche la “Notte barocca” del 4 settembre e due laboratori dedicati alle danze e al repertorio musicale sempre barocchi. Tra gli obiettivi mai nascosti dagli organizzatori del festival, che ricordiamo proporrà eventi anche nelle frazioni del territorio come Sassovivo, Belfiore, Pale, Vescia e Rasiglia, quello di diffondere la cultura popolare raggiungendo il maggior numero di spettatori. Entrando nei dettagli del programma, quello della giornata d’apertura, come detto giovedì 2 settembre, vedrà alle 17 all’Oratorio del Crocifisso “La meraviglia in città Fanti, mercanti, poeti e lestofanti nella Foligno del secolo stupefacente”. Una conferenza, questa, a cura di Guglielmo Tini in collaborazione con l’Associazione Progetto Foligno. Alle 18.30, poi, il concerto d’organi di Nicolò Sari nella chiesa di San Nicolò e, alle 21 nella corte di palazzo Trinci, quello con due star del repertorio barocco e della prassi esecutiva, ospiti dei maggiori cartelloni internazionali. Si tratta di Laura Pontecorvo e Rinaldo Alessandrini, che presenteranno un programma dedicato alle sonate per flauto traversiere e clavicembalo della famiglia Bach.

Tra gli appuntamenti da segnalare nei giorni successivi, “Un viaggio musicale da Venezia a Dresda” con il quartetto formato da Andrea Mion (oboe barocco), Alessandro Ciccolini (violino barocco), Walter Vestidello (violoncello barocco) e Gabriele Catalucci (calvicembalo) che suoneranno musiche di Zelenka, Veracini, Platti e Vivaldi venerdì 3 settembre alle 18.30 nel cortile di palazzo Barnabò. Dramatodia Ensemble sarà invece protagonista venerdì 3 settembre alle 21 al chiostro dell’Abbazia di Sassovivo del madrigale dialogico “La barca di Venetia per Padova” di Adriano Banchieri. Un uno spettacolo, questo, che prevede anche testi recitati di Giulio Cesare Croce, con la regia, i costumi e la direzione di Alberto Allegrezza. Dalle 21 di sabato 4 settembre, poi, la “Notte barocca” calerà sul centro storico di Foligno con spettacoli e concerti degli allievi partecipanti ai laboratori ed il corteggio dei figuranti che muoverà da Piazza XX settembre alle 23. Alle 23.30 la serata si chiuderà in piazza della Repubblica con “Opera nova de’ balli e Contrarco Consort”, uno spettacolo di musica e danza con coreografie di Bruna Gondoni. Domenica 5 settembre nella corte di palazzo Trinci alle 21, l’Ensemble Mare nostrum, diretto da Andrea de Carlo, presenta lo spettacolo “Alle danze, alle danze! Il gesto, la parola e il suono nella musica di Alessandro Stradella”, in collaborazione con l’Accademia nazionale di Danza di Roma. Stessi orario e location, ma lunedì 6 settembre, lo spettacolo con il commediante Alessandro Bassotto, il soprano Elena Bertuzzi e gli strumentisti dell’Accademia strumentale italiana diretti da Alberto Rasi, per uno spazio dedicato alla commedia dell’arte.

Sarà possibile partecipare agli eventi solo con prenotazione da effettuare sul sito istituzionale del Comune di Foligno e muniti di green pass.

Logo rgu.jpg

di Matteo Castellano

Aggiungi un commento