Foligno, inizio dell'anno all'insegna dell'arte con la visita gratuita alla Calamita Cosmica

Intervista al presidente della Fondazione Carifol, Gaudenzio Bartolini: “Noi al servizio della comunità, in futuro pronti per essere ancora più incisivi”

La Calamita Cosmica sovrasta Firenze

Un inizio dell'anno all'insegna dell'arte per Foligno. L'occasione è data dall'imperdibile appuntamento firmato Fondazione Cassa di risparmio di Foligno, che lunedì 1° e martedì 2 gennaio offrirà la possibilità di visitare gratuitamente la Calamita Cosmica. L'opera di Gino De Dominicis, tornata all'interno dell'ex Chiesa dell'Annunziata dopo la trasferta di Firenze, è pronta per essere di nuovo ammirata all'interno del suo habitat naturale. “Apriremo gratuitamente le porte dell'Annunziata per consentire a tutti i cittadini che non avessero ancora avuto modo di vederla, di poter apprezzare quest'opera che il mondo dell'arte contemporanea ci invidia – afferma Gaudenzio Bartolini, presidente della Fondazione Carifol che negli scorsi giorni è intervenuto in diretta a Rgu -. E' importante che i nostri concittadini conoscano la Calamita Cosmica, così come speriamo di vedere arrivare tanti visitatori da altre parti della regione e non solo”. Sarà possibile visitare la Calamita Cosmica il 1° gennaio dalle 15.30 alle 18.30. Il 2 gennaio invece, gli orari d'apertura saranno dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30. ANCORA ARTE – Ma quello con la Calamita Cosmica non è l'unico appuntamento con l'arte firmato Fondazione Carifol. In queste festività natalizie, in collaborazione con il Centro per lo sviluppo economico e il Ciac, palazzo Cattani sta offrendo gratuitamente ai più piccoli la possibilità di partecipare a dei laboratori creativi. “Questa è un'altra manifestazione interessantissima. I laboratori non prevedono solo un aspetto ludico ma anche formativo – spiega Gaudenzio Bartolini –. L'obiettivo è anche quello di far stare insieme i giovani”. Gli ultimi appuntamenti con “Ciac atelier” - questo il nome dei laboratori per giovani – sono in programma per il 12 e 13 gennaio, mentre il gran finale è previsto per il 14 gennaio. IL BILANCIO – Con la chiusura dell'anno, il presidente della Fondazione ha tracciato anche un bilancio di quello che è stato il 2017 per l'ente da lui guidato. Quello che sta per chiudersi, è stato il venticinquesimo anniversario dalla nascita delle fondazioni bancarie: “Chi mi ha preceduto ha fatto benissimo, ma a me piace guardare al futuro – sottolinea Bartolini -. Voglio che i cittadini capiscano che non siamo una banca, ma un patrimonio al servizio di tutta la comunità. A volte ci dispiace non poter dare risposte positive a tutti, ma per il futuro vogliamo essere ancor più incisivi”.

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento