Foligno, con la fisarmonica di Samuele Telari Bach incontra i suggestivi paesaggi di Pale

L’evento è promosso dagli Amici della musica del direttore artistico Marco Scolastra e andrà a concludere il campus estivo naturalistico che la Fie dedica ai giovani escursionisti

Il fisarmonicista Samuele Telari

A dar sollievo al caldo torrido abbattutosi in questi giorni sul nostro territorio sarà l’armonioso incontro tra la tranquillità che regalano le montagne folignati e le note di Johann Sebastian Bach e le sue Variazioni Goldberg in una versione tutta nuova affidata alla fisarmonica dell’umbro Samuele Telari.

L’evento, promosso dagli Amici della Musica di Foligno del direttore artistico Marco Scolastra nato in una collaborazione con FIE Foligno Valle Umbra Trekking, andrà a concludere il campus estivo naturalistico che ogni anno l’associazione dedica ai più giovani escursionisti e vedrà anche la partecipazione della locale Pro Loco. Una simbiosi, quella tra musica e ambiente, sviluppatasi sulle note di uno dei capolavori di tutti i tempi mai composti, a cui farà da sfondo un ambiente suggestivo come il Castello di Pale.

Protagonista, come detto, sarà il giovane fisarmonicista Samuele Telari appena 26enne. Nato  a Spoleto, Telari è un musicista in grande ascesa con concerti in tutto il mondo e vincitore di prestigiosi premi in concorsi, tra i tanti “Città di Castelfidardo” nel 2013. Il 26enne è solito esibirsi da solista ma anche con importanti orchestre, come i Virtuosi Italiani, The State Hermitage Orchestra di San Pietroburgo con i quali ha eseguito in prima mondiale il concerto per fisarmonica e orchestra “Zenith” di Enrico Blatti. Telari, che ha suonato anche con la Royal Academy of Music di Londra, ha esordito con l’Imago Sonora ensemble nella sala Casella dell’Accademia Filarmonica Romana eseguendo prime assolute di Telli, Quaglirini, Fournier e Gentile.

Il concerto, a ingresso libero, si terrà nell’Aula Verde dell’Altolina, nel Castello di Pale sabato 29 giugno alle 18.

Logo rgu.jpg

di Nathan Apolo

Aggiungi un commento