Gaite, conclusa la prima fase con la gara dei Mestieri

Sotto lo sguardo attento della giuria le quattro fazioni si sono sfidate in una delle tante competizioni del Mercato

Un momento delle Gaite (foto Alessio Vissani)

Le Gaite di Bevagna entrano nel vivo. Si è conclusa martedì sera la prima fase della rievocazione storica dedicata alla gara dei Mestieri. Lunedì è stata la volta della Gaita Santa Maria che ha presentato l’Ars Sete ed Ars Tabernariorum, panicoculorum et albergatorum; e della San Pietro con l’Ars Tinctoria ed il Magister Vitreatarum. La seconda serata ha visto protagonista la Gaita San Giovanni con l’Ars Chartaria ed Ars Campanarum e la Gaita San Giorgio con Zeccherius e Pictor. Ricostruzioni davvero straordinarie che hanno affascinato il podestà Angelo Santificetur, Marco Petasecca Donati, i quattro consoli e gli ospiti della stampa locale che hanno avuto modo di assistere alle scene. Grande apprezzamento e complimenti, anche da parte della giuria, interamente al femminile, composta dalle professoresse Beatrice del Bo, Alma Poloni ed Elisa Pruno. “Sono davvero soddisfatto per il grande lavoro svolto dalle Gaite, e ringrazio ancora una volta tutto il grande mondo del volontariato che riesce sempre a stupire – dichiara il podestà Angelo Santificetur – ed invito tutti a Bevagna, ricordando che i mestieri si possono visitare dalle 20.45 alle 23.30, sabato e domenica anche dalle 17 alle 19”. Ora le quattro Gaite si sfideranno nella gara gastronomica con specialità rigorosamente ispirate a ricette medievali. Le locande saranno aperte tutte le sere, a partire dalle 19 e le quattro taverne dalle 20, a disposizione completamente gratuita, tutti i parcheggi a servizio della città. Info su www.ilmercatodellegaite.it e sulla pagina ufficiale Facebook.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento