Gaite, parte il countdown. Tutte le novità

Spettacoli itineranti e all'interno dei rioni, parcheggi gratuiti e ampliamento degli orari di apertura delle botteghe dei mestieri e del mercato. 

Presentato il programma delle Gaite 2015

Un programma che ogni anno si arricchisce di novità quello delle Gaite di Bevagna. Giovedì 18 giugno prenderà il via il nuovo calendario di appuntamenti che animerà la città fino al 28 giugno. Giovedì, alle ore 21.30 in piazza Silvestri, si inizierà con la Cerimonia di Apertura e lo spettacolo Belfagor, venerdì 19 l'apertura delle taverne, sabato la Gara dei Mestieri e domenica la manifestazione nazionale di tiro con l’arco storico e l’attesissimo concerto dell’Ensemble Micrologus. Agli spettacoli itineranti si aggiugono una serie di eventi organizzati all'interno delle sedi che “daranno alla gente un motivo in più per fermarsi all'interno dei rioni e lasciarsi coinvolgere dall'atmosfera medievale” spiega il Podestà dell'Associazione Mercato delle Gaite Angelo Santificetur. Parcheggi liberalizzati durante i dieci giorni, cosicchè chi vorrà prendere parte alla festa potrà parcheggiare tranquillamente, ampliato inoltre l'orario di apertura delle botteghe dei mestieri che potranno essere visitate dalle ore 20,45 alle ore 23,30 tutti i giorni e il sabato e la domenica anche dalle ore 17 alle ore 19. Anticipato a venerdì 26 giugno alle ore 18 ( fino a domenica) anche il mercato, insomma un programma che mira ad esaltare l'anima della rievocazione, che gode della collaborazione e sensibilità di associazioni, imprenditori e la città tutta che si dedica sempre di più a quella che è la festa più importante di Bevagna. “ La struttura organizzativa è ormai consolidata, l'abbiamo semplicemente implementata – afferma il sindaco Analita Polticchia – cerchiamo di tenere quanto più possibile fede alla storia rafforzando al contempo la nostra identità locale. La forte partecipazione del territorio è un segno importante e l'amministrazione ne prende atto e ne è contenta perché vuol dire che il Mercato delle Gaite ormai è nel nostro DNA”. E facendo riferimento alle discussioni sorte nelle scorse settimane relativamente agli eventi che si svolgeranno contemporaneamente a Foligno, andandosi a sovrapporre alla manifestazione bevanate, non ci sono grosse preoccupazioni: “quello che noi vogliamo far passare è un messaggio importante, del resto non ci importa – asserisce ancora Santificetur – che il Mercato delle Gaite sia una grande manifestazione lo sappiamo bene e lo dimostrano anche i quasi 10 mila ragazzi, provenienti da varie scuole d'Italia, che durante l'anno vengono a farci visita ”. 

Logo rgu.jpg

di Giusy Ribaudo

Aggiungi un commento