Gli Amici della musica portano a Foligno i tormenti del giovane Gershwin

Il prossimo appuntamento in calendario vedrà salire sul palco il critico musicale Stefano Valanzuolo, autore del concerto racconto “Maestro sarà lei!”

Stefano Valanzuolo

Le porte dell’Auditorium San Domenico di Foligno sono pronte a spalancarsi ancora una volta per accogliere l’ennesimo imperdibile appuntamento firmato Amici della musica. Questa volta ad attendere il pubblico di appassionati e curiosi sarà il concerto racconto “Maestro sarà lei! I tormenti del giovane Gershwin” ideato e scritto dal giornalista e critico musicale Stefano Valanzuolo.

In programma per domani, domenica 17 marzo, alle 17, lo spettacolo accenderà i riflettori sull’affascinante e tormentata storia che narra i tentativi del musicista americano di entrare nell’Olimpo della musica colta e della proficua collaborazione tra il compositore e pianista americano e Maurice Ravel. Una collaborazione nata il 7 marzo del 1928, in occasione del 53esimo compleanno del compositore francese, ma che non portò mai Gershwin all’interno del mondo della musica colta, al punto che per il pianista tutto questo si trasformò in una sorta di ossessione per tutta la vita. Irrisolta, nonostante il successo. Così, sulla rotta New York–Parigi si snoda il racconto dello spettacolo, sospeso tra aneddoti e capolavori, tra speranze e delusioni, tra musiche e musica, tra fama e denaro. Tra Gershwin e Ravel.

A portarlo in scena - come detto - sarà Stefano Valanzuolo, autore e voce recitante. Ad accompagnarlo il pianista Fiorenzo Pascalucci, musicista pluripremiato e riconosciuto a livello internazionale, a cui il racconto affida la musica di Ravel e Gershwin, con un programma che vedrà anche la partecipazione straordinaria - e non sempre amichevole - di Debussy, Schoenberg e Stravinskij.

Per il concerto è attiva la prevendita online www.amicimusicafoligno.it oppure il giorno del concerto dalle 16 al botteghino dell'Auditorium San Domenico.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento