“Medicus 2022”, a palazzo Trinci esperti a confronto sull’invecchiamento

Numerose le specializzazioni medico-sanitarie coinvolte nell’appuntamento di venerdì sera. Finamonti (Sophia-UM): “Restituire dignità agli anziani”

L'intervento del dottor Filippo Anelli a "Medicus 2022"

“Restituire dignità agli anziani come avveniva un tempo e conferire loro un’altra prospettiva di vita”. È l’appello lanciato nella serata di venerdì da Moreno Finamonti, presidente dell'associazione culturale Sophia Umbria-Marche (Sophia-UM), a conclusione della seconda giornata di “Medicus 2022: Premio Gentile da Foligno”. Venerdì sera, infatti, la sala Rossa di palazzo Trinci ha fatto da sfondo ad un incontro dedicato all’invecchiamento nel corso del quale i relatori presenti sono intervenuti su numerose specializzazioni medico-sanitarie.

A rompere il ghiaccio è stato il dottor Roberto Orciani, specialista in Urologia e Chirurgia robotica, tra i massimi esperti di ipertrofia prostatica. Orciani ha brevemente ma efficacemente descritto il fisiologico fenomeno dell’ipertrofia ed è entrato nei dettagli della sua attività, specificando che il suo studio rappresenta oggi uno dei principali punti di riferimento non solo in Italia ma anche in Europa. La parola è quindi passata alla dottoressa Elisabetta Manfroi, docente e specialista in Malattie genetiche ha compiuto poi un excursus intorno allo scopo della medicina predittiva, branca fondamentale che consente di individuare i polimorfismi genetici.

Dalle malattie genetiche alle patologie psichiatriche con il dottor Raffaele Garinella, che ha trattato il tema della psicologia dell’invecchiamento. Una lectio brevis, quella dello specialista, che ha approfondito la componente psicologica della vecchiaia, delineando la frequente concezione di molti riguardo il pessimismo per l’anzianità. È quindi intervenuto il dottor Filippo Anelli, presidente dell’Ordine nazionale dei Medici chirurghi ed Odontoiatri, che si è congratulato per il forte impegno del personale sanitario, esortando il pubblico a ricordare che il diritto alla salute deve essere sostenuto dall’affinità dei cittadini.

A concludere la serata sono stati gli interventi del dottor Gianluigi Tosi, specialista in Oculistica, che ha rimarcato l’essenzialità della salute visiva per chi si addentra nell'età dell’invecchiamento e il dottor Liberato Di Leo, specialista in Otorinolaringoiatria, che ha lamentato la triste leggerezza con cui molte persone affrontano i problemi legati all'udito, raccomandando al pubblico di “ritrovare una nuova cultura del benessere”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento