Montefalco, un'Enologica 2015 dai grandi numeri

Il vicepresidente del Consorzio Tutela Vini Peter Heilbron: "Quest'anno abbiamo invitato il mondo ora tocca a noi andarlo a trovare e farci conoscere"

Donatella Tesei con Philippe Daverio

Un'edizione dai grandi numeri. Anche quest'anno Montefalco ha ospitato Enologica, un'evento che ha come protagonista i vini del territorio e soprattutto il Sagrantino, quest'anno messo per la prima volta a confronto con i Sagrantini di oltreoceano. Ma andiamo ai numeri. Secondo i dati del Sistema museo di Montefalco le presenze, dal 19 al 21 settembre, si sono quasi duplicate, come ci spiega la direttrice del museo di San Francesco Serena Marinelli: “Rispetto al 2014 che era stata buona e di grande partecipazione, si registrano 807 presenze in tre giorni con un aumento del 40 per cento di visitatori rispetto alle 435 del 2014. L'evento più importante che abbiamo ospitato è stato 'Daverio incontra Montefalco' dove si è registrato il picco massimo di 350 persone che hanno assistito alla conferenza”. Anche il sindaco di Montefalco ha espresso grande soddisfazione, sottolineando che la forza della manifestazione e della città è proprio nella sinergia di chi opera sul territorio. “Un'edizione che io definisco speciale per una serie di eventi concomitanti. Il primo è quello dell'esposizione straordinaria della Madonna della Cintola fortemente voluta anche dal Consorzio di Montefalco e la straordinaria lectio magistralis che ha effettuato il professor Philippe Daverio, che è stata interessantissima poerché è entrato nel vivo dell'importanza del vino che è mezzo comunicatore del brand Montefalco tutto va promosso mettendo insieme le nostre eccellenze che sono appunto il Sagrantino ma l'arte la cultura e il paesaggio”. Ma tutto ciò è stato possibile grazie all'impegno del Consorzio Tutela Vini Montefalco che, insieme al Comune, ha coordinato 27 aziende vitivinicole tra banchi d'assaggio, cooking-show e degustazioni guidate da giornalisti di fama internazionale, come Antonio Boco e Jacopo Cossater in attesa di molteplici progetti futuri, come ha spiegato Peter Heilbron, vice presidente del Consorzio: “A breve ci sarà una presentazione dell'annata tra gennaio e febbraio che è un momento importante e più tecnico per appassionati del vino e giornalisti di settore per presentare quelle che sono le novità che entreranno nel commercio nel 2016 sempre a Montefalco con 'Anteprima Sagrantino' e tante iniziative all'estero perché è importante che i nostri vini vengano conosciuti anche all'estero. Quest'anno abbiamo invitato il mondo a Enologica ma poi dobbiamo anche andarlo a trovare per farci conoscere". 

Logo rgu.jpg

di Federica Lorusso

Aggiungi un commento