Stile di vita e cellulite, per combatterla dobbiamo conoscerla

L'insorgenza nelle donne della liposclerosi, questo il nome corretto, è fino al 95%. Ecco come poterla prevenire con tre semplici ma preziose mosse

Stile di vita e cellulite

Se vogliamo combattere la cellulite bisogna sicuramente conoscerla. 

Il suo nome corretto è“liposclerosi” e interessa circa la metà della nostra popolazione, con una percentuale d’insorgenza a favore delle donne fino al 95%.

La cellulite si trova esattamente sotto la nostra pelle, è caratterizzata dall’aumento delle cellule adipose con un conseguente accumulo di liquidi in eccesso tra gli spazi intracellulari. Questo processo, di norma, s’instaura a causa di modificazioni nei sistemi venosi e linfatici, che portano a un rallentamento del circolo sanguineo ed una ritenzione di liquidi da parte dei tessuti.

Sicuramente ora la domanda che sorge spontanea sarà: ma quali sono allora le cause della cellulite? e ancora… posso prevenirla?

Purtroppo è una patologia estetica multifattoriale, il che significa che è causata da vari fattori che spesso si sommano tra di loro, e alcuni di questi non sono controllabili dai nostri comportamenti, in quanto dipendono da fattori “non eliminabili” tipo sesso, razza, o familiarità.

Fortunatamente possiamo agire anche su alcuni degli altri fattori che determinano tale problematica, ossia quelli collegati al nostro stile di vita, che sicuramente con un po’ di forza di volontà, e con delle piccole conoscenze possiamo riuscire a modificare, stiamo parlando di cattiva alimentazione, sedentarietà e cattive abitudini come fumo, scarso riposo notturno, e stress continuato.

Andiamo a vedere ora 3 consigli chiave per provare a combattere questo inestetismo cosi diffuso:

1° Diminuire il sale

Il sale ha un forte potere di ritenzione idrica, quindi andrebbe a peggiorare quell’accumulo di liquidi di cui abbiamo parlato prima. Attenzione! Limitare il consumo di sale non significa solo non aggiungerlo ai nostri cibi, ma si deve porre attenzione soprattutto a quello contenuto già in alcuni alimenti come quelli conservati, e i cibi in scatola (un esempio su tutti è la scatoletta di tonno al naturale, caratterizzata da eccessiva quantità di sale), e i formaggi stagionati.

 2° Diminuire gli zuccheri semplici

È noto che l’eccesso di zuccheri semplici, porta una formazione eccessiva del tessuto adiposo che può andare a intrappolarsi nelle cosce e nei glutei, parti del corpo tendenzialmente più colpite dalla cellulite. 

A questo punto il consiglio è diminuire l’assunzione di dolci, che devono rappresentare un’eccezione in un percorso di sana alimentazione.

3° Fare attività fisica

L’attività fisica non solo è importante per una buona salute psicofisica, ma è un valido aiuto anche per ridurre la cellulite. Il movimento, infatti, tende a “consumare” il tessuto adiposo in eccesso in quelle aree in cui tendenzialmente si deposita. Si può iniziare con delle lunghe passeggiate con un passo veloce da alternare a una o due sedute a settimana in palestra per tonificare soprattutto le aree colpite.

Ma per onestà intellettuale si deve dire che sport, buona alimentazione, e stili di vita corretti, aiutano il corpo a mantenere una forma fisica ottimale, aiutano a ridurre anche l’inestetismo, ma non possono da soli eliminare la cellulite. 

Una menzione particolare va alle creme anticellulite, ricordate che esse non hanno assolutamente il potere di eliminare la cellulite, ma possono (solo in alcuni casi) migliorare la texture e la grana della pelle, perché mantenendo una maggiore idratazione a livello dell’epidermide, questa si mostra apparentemente meno avvallata.

Quindi, se volete combattere questo inestetismo, la miglior arma è il “cambiamento”. Cambiare lo stile di vita, contemplando anche una corretta alimentazione, è la vostra arma migliore.

 

Rubrica a cura del Dr. Mercuri Leonardo, nutrizionista Andid

Logo rgu.jpg

di Leonardo Mercuri

Aggiungi un commento