Storia e cucina si fondono ne “Il cuoco medievale”, il libro del duo Berardi-Marinangeli

Scritto a quattro mani, il volume conduce il lettore attraverso 23 ricette della tradizione, estratte dagli usi alimentari dell'epoca. La pubblicazione tutta umbra è edita da Infopress

Claudia Berardi e Maria Marinangeli

Un viaggio nel gusto e nella storia medievale, dall’approccio semplice ma rigoroso nella ricerca. Dal lavoro e dalla passione di Maria Marinangeli e Claudia Berardi, già da diversi anni, verso la ricerca storica e la cucina relative all’Età di Mezzo, prende vita “Il cuoco medievale” – edito da Infopress Gubbio –. Frutto dell’approfondimento delle proprie conoscenze in materia e, approfittando della chiusura in casa primaverile, il libro è stato presentato lo scorso 26 settembre presso la Sala degli Stemmi di Palazzo Pretorio di Gubbio in occasione del “Festival del Medioevo”, nonché una delle più importanti manifestazioni di carattere storico nazionali. All’evento, presente la cuoca e celebre volto televisivo Anna Moroni, la quale ha curato, inoltre, la prefazione. A causa del Covid-19, non è stato possibile alle due autrici programmare ulteriori presentazioni; ciononostante, numerose sono state le persone rimaste, sin da subito, incuriosite dall’opera, che fornisce l’immagine di un Medioevo meno fantasy e più realistico, perciò maggiormente intrigante. Un’attenzione trasversale mette in luce le grandi novità filosofiche, artistiche, letterarie che interessarono la civiltà epocale. Particolare è il focus relativo all’arte culinaria, alle cucine e ai cuochi, agli utensili e alle combinazioni di sapori, spesso apparentemente distanti dal gusto attuale ma che, tuttavia, non lo sono poi così tanto. Leggendo e sperimentando le 23 ricette della tradizione italiana e umbra estratte dagli usi alimentari dell’epoca, è possibile scoprire i cibi che si consumavano, il metodo di lavorazione, la combinazione di sapori e avere un approccio più approfondito verso il mondo delle spezie. Dal cibo dei contadini e la mensa del convento a un banchetto al castello, scoprendo inoltre, grazie agli scritti di Suor Ildegarda, le proprietà salutari del cibo se consumato e combinato adeguatamente. Gusto e innovazione sono quindi gli ingredienti che accompagnano la cucina medievale, alla quale tutti possono facilmente cimentarsi. Una lettura, quella proposta da Claudia Berardi, classe 1976, laureata in Giurisprudenza e in Scienze Politiche, e Maria Marinangeli, classe 1966, laureata in Scienze Politiche, Scienze dell’Educazione e dirigente scolastico del Polo “Mazzatinti” di Gubbio, precedentemente coautrici del testo: "La strega, la sposa, la dama villana. Storie di vita e di antichi sapori a Nocera Umbra nel XV secolo", pubblicato nel 2009 – Morlacchi Editore – interessante e piacevole, disponibile sia in libreria che su Amazon (in versione cartacea e Kindle).

Logo rgu.jpg

di Linda Scattolini

Aggiungi un commento