Strabismi tutto l'anno: a Foligno il Feedback riprende vita con i laboratori teatrali

I percorsi di formazione inizieranno il prossimo sei novembre. Ad ospitare l'associazione sarà lo spazio di via Trasimeno che, dopo anni di abbandono, riprende vita

Collettivo Strabismi

Strabismi non sarà solo un festival. Il prossimo è in programma per maggio-giugno 2018, ma il collettivo ha in serbo delle grandi novità che permetteranno agli appassionati di avvicinarsi al mondo del teatro già da molto prima. Dal 6 novembre 2017 l'associazione, nata nel 2013, darà il via a percorsi di formazione teatrale divisi per fasce d'età e per tematiche. Lo studio della maschera, il rapporto di vicendevole influenza tra corpo e voce, la contaminazione che il progresso e la tecnologia hanno sull’arte teatrale e la scrittura creativa saranno le tematiche affrontate. L'indirizzo a cui fare riferimento per lo svolgimento dei laboratori teatrali è quello di via Trasimeno 6/a che i più nostalgici ricorderanno come il vecchio Feedback. Lo spazio, già in passato dedicato all'arte, ha ripreso vita grazie all'importante intervento di ristrutturazione. Dopo un lungo periodo di abbandono, i locali adesso possono contare su due sale prove, una di registrazione e un palco dotato di impianto tecnico professionale. Insomma una sorpresa nella sorpresa che restituisce a Foligno, ripreso direttamente dal passato, uno dei luoghi più apprezzati nell'ambito artistico locale dando il via contemporaneamente a qualcosa di nuovo. “Vogliamo che Strabismi non resti soltanto un festival ma diventi una solida realtà teatrale che sia presente nell’arco di tutto l’anno attraverso percorsi di formazione per tutte le età – dichiarano i ragazzi del collettivo -. Il nostro obbiettivo è creare una nuova possibilità teatrale in città, sempre più in fermento da un punto di vista artistico, affrontando il teatro nella maniera che i nostri maestri ci hanno trasmesso”. Anche per quanto riguarda il festival sono diverse le novità per il prossimo anno. Strabismi 2018 oltre a prendere vita in spazi non teatrali come le vie della città di Foligno, vedrà due importanti appuntamenti del suo cartellone nel rinnovato Teatro Thesorieri di Cannara gestito da Marco Andreoli e nello splendido “Piccolo Teatro degli Instabili” di Assisi di Fulvia Angeletti.

Logo rgu.jpg

di Giusy Ribaudo

Aggiungi un commento