"Stravolti da Cristo", un libro con 18 storie di vocazione

La presentazione del volume giovedì a Perugia e venerdì a Terni, alla presenza di alcuni dei protagonisti 

Stravolti da Cristo

Può l'incontro con Cristo stravolgere la vita delle persone? Partendo da questa domanda, Emauele Lombardini - ternano, classe 1975, giornalista professionista redattore per l'agenzia nazionale Infopress, da sempre impegnato nel mondo cattolico - ha raccontato la storia di 18 religiosi e regligiose la cui vocazione è arrivata dopo un percorso di vita tortuoso. Senza spettacolarizzare gli eventi, che pure spesso hanno avuto qualcosa si straordinario, l'autore del libro "Stravolti da Cristo: storie di vocazione" (Collana Libroteca Paoline) racconta la vita di alcuni personaggi di periferia e confinate ad una notorietà locale - se non addirittura sconosciute - cercando di dare spazio alle vocazioni più diverse ed emerse dalle esperienze più disparate. Frate Alessandro, conosciuto al pubblico come "La Voce di Assisi"; Marco Capecci, ex dirigente Rai e ora frate minore di stanza ad Assisi; Cristina Alfano cantante lirica; Graziano Lorusso, Gianni Castorani e Samuele Biondini ex promesse dello sport; John McElroy, sergente della marina militare americana e Sur Roberta Vinerba, ex militante di estrema sinistra e anticlericae convinta, sono solo alcuni dei protagonisti del volume scritto in occasione dell'Anno della Vita Consacrata, realizzato con la consulenza di monsignor Nico Dal Molin (direttore dell'Ufficio nazionale per la pastorale delle vocazioni della Cei). La vocazione ha completamente cambiato la prospettiva e la visione esistenziale dei protagonisti che hanno abbandonato la loro precedente - seppur apparentemente soddisfacente vita - per mettere al centro Cristo e il Suo Vangelo. Il libro, uscito il 15 aprile, sarà presentato a Perugia giovedì 14 maggio alle ore 17 nella Sala San Francesco in piazza IV Novembre alla presenza del vescovo ausilire della Diocesi di Perugia - Città della Pieve, Monisgnor Paolo Giulietti, del giornalsita Lucio Biagioni, di Frate Alessandro Brustenghi - "la Voce di Assisi" - e altri protagonisti del volume. A Terni, invece, la presentazione sarà  venerdì 15 maggio alle ore 17 alla Libreria Paoline in viale Mazzini alla presenza del vicepresidente dell'Ordine dei Giornalisti dell'Umbria, Simona Maggi, di fratel Francesco Picaro dei Legionari di Cristo e di don Gianni Castorani, intervistati nel libro. LA PREFAZIONE DI DAL MOLIN: "I protagonisti di queste storie vocazionali, così come avviene per Levi Matteo, sono benedetti perché chiamati. Le loro vite, come le nostre, ci dicono che possiamo fare un salto di qualità e avere un colpo d’ala verso il cielo, se accettiamo la chiamata di Gesù non con la paura di una minaccia, ma con la meraviglia e la trepidazione di una benedizione che dona serenità, gioia al cuore e gusto di vivere. Sarebbe bello se, leggendo queste pagine, ciascuno si sentisse chiamato a essere narratore di una buona notizia lungo i sentieri quotidiani della vita, con il cuore riscaldato da una scintilla di profonda speranza. Ognuno con il proprio dono; ognuno con la bellezza e lo stupore della beatitudine a lui consegnata; ognuno con il cuore colmo di gratitudine non per un miracolo donato, ma per i mille giorni senza miracoli in cui il Signore, rimanendoci accanto, ci ripete per sempre il suo Non temere, perché io sono con te!”. NOTE SULL’AUTORE - Emanuele Lombardini (Terni, 1975) è giornalista professionista. Laureato in scienze della comunicazione, è stato redattore per l’agenzia nazionale Infopress, presso la redazione sportiva del Giornale dell’Umbria, e cronista di cronaca, spettacolo e sociale presso le redazioni locali de La Nazione e Il Messaggero. Da sempre impegnato nel mondo cattolico, oltre a essere stato voce e componente della redazione giornalistica di Radio TNA, emittente della diocesi di Terni-Narni- Amelia, è stato responsabile dell’Ufficio stampa delle ACLI ternane. Svolge attività di volontariato presso l’Azione Cattolica.

Logo rgu.jpg

di Annalisa Marzano

Aggiungi un commento