Una Bibbia Poliglotta tra i tesori di Spello

L'opera è stata recentemente restaurata e verrà presentata il prossimo sabato. Datata 1645 si compone di dieci volumi scritti in sette lingue  

La locandina dell'evento

Un'edizione tra le più rare al mondo, con ben dieci volumi scritti in sette lingue. È la Bibbia Poliglotta, datata 1645, che fa parte dei tesori del Fondo antico della biblioteca comunale di Spello. Un vero e proprio gioiello, recentemente restaurato e che nei prossimi giorni verrà presentato in tutto il suo splendore alla città. L'appuntamento è per sabato 24 ottobre, alle 17, nella sala dell'Editto del palazzo comunale. L'opera, appartenente all’ex convento francescano di Sant’Andrea di Spello, è stata acquisita al fondo comunale a seguito dell’Unità d’Italia. Ad illustrarne l'importanza ed il prestigio sarà monsignor Fortunato Frezza, canonico di San Pietro in Vaticano e dottore in Sacra scrittura al Pontificio Istituto Biblico di Roma, tra i massimi esperti in materia. Interverranno all'incontro anche il sindaco della Splendidissima Colonia Julia, Moreno Landrini, Gaudenzio Bartolini, presidente della Fondazione Cassa di risparmio di Foligno, ente che ha finanziato il recupero della Bibbia Poliglotta, e Irene Maturi della Coo.Be.C., che ne ha curato il restauro.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento