Ex Pozzi: Catiuscia Marini incontra i lavoratori

La richiesta dei lavoratori è arrivata in occasione dell'inaugurazione dell'ex ferrovia Spoleto-Norcia. La presidente:"Massima attenzione della regione"

Faccia a faccia tra Marini e i lavoratori ex Pozzi

Che i lavoratori della ex Pozzi volessero incontrare la governatrice dell'Umbria Catiuscia Marini si era già capito ieri in occasione del summit con le rsu. E alla fine così è stato. L'occasione buona è stata l'inaugurazione di questa mattina del tratto dell'ex ferrovia Spoleto-Norcia che ha visto la realizzazione di un percorso di mobilità dolce. Ma i bocconi da ingoiare sono sempre più amari per i circa 250 dipendenti della Ims ed Isotta Fraschini di Spoleto. Da mesi non arrivano gli stipendi ed ora c'è anche grande preoccupazione per la cassa integrazione. Nel faccia a faccia di questa mattina, Catiuscia Marini ha ribadito che la Giunta regionale sta seguendo “con particolare attenzione” la situazione dell'azienda di Santo Chiodo. “In queste ore – ha detto la presidente - siamo molto impegnati a seguire le procedure relative alla questione degli ammortizzatori sociali, con particolare riferimento alla cassa integrazione speciale per i dipendenti delle aziende del gruppo. Ci siamo attivati anche per l’eventuale intervento del protocollo dell’Associazione Bancaria Italiana per consentire l’anticipazione ai dipendenti delle spettanze della cassa integrazione. In ogni caso la Regione ha valutato la possibilità anche di dare copertura a eventuali periodi di ‘buchi’ nella erogazione degli ammortizzatori sociali, attraverso le risorse della cassa integrazione in deroga”. La presidente ha poi informato i dipendenti della ex Pozzi che la Giunta regionale chiederà un incontro con i Commissari giudiziali della procedura di amministrazione straordinaria delle due aziende, affinché si possa favorire la ricerca di nuovi partner industriali “che siano in grado di offrire le massime garanzie sotto il profilo della solidità finanziaria, della capacità di proseguire e valorizzare l’attività industriale delle aziende, di una adeguata rete commerciale, al fine di preservare i livelli occupazionali”.

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento