A Giano vola il turismo, il sindaco: “Boccata d’ossigeno per il comparto”

Importante ripresa dei flussi vacanzieri tra luglio e agosto: strutture sold out nei weekend e con punte superiori al 75 per cento delle presenze nei giorni feriali

Il castello di Morcicchia a Giano dell'Umbria

“L’importante ripresa dei flussi turistici nei mesi di luglio e agosto ci fa ben sperare per una rinnovata attenzione verso il nostro territorio da parte di turisti e visitatori da ogni parte d’Italia”. È quanto dichiara il sindaco di Giano dell’Umbria, Manuel Petruccioli, commentando i numeri positivi sul fronte di arrivi e presenze negli ultimi due mesi.

Dati alla mano, albergatori e titolari di agriturismi e B&b parlano di un tasso medio di occupazione delle strutture vicino al 100 per cento nei weekend e superiore al 75 per cento nei giorni feriali. Per il sindaco una “fondamentale boccata d’ossigeno per le imprese del settore, che offre - ha spiegato - oltre 310 posti letto nel territorio”. Positivo, poi, “il rinnovato incentivo per i consumi, attuato - ha aggiunto il primo cittadino - anche grazie al ritorno di tanti gianesi nelle seconde case, che hanno scelto di passare qualche giorno di vacanza nel territorio, sia per il legame affettivo col territorio, ma anche per la sicurezza da un punto di vista sanitario”.

Soddisfatta anche l’assessore allo sviluppo economico e commercio, Valeria Santi, che ha auspicato una “ulteriore e rinnovata sinergia tra le strutture ricettive e turistiche del territorio, valorizzando al contempo patrimonio culturale, ambientale e prodotti tipici quale volano dell’offerta per i propri clienti”, per cui l’amministrazione comunale “ha già avviato - ha concluso - una fase preliminare di confronto tra operatori proprio per approfondire percorsi condivisi di sviluppo”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento