Gruppi di acquisto solidali, se ne parla al Coworking di Spoleto

Le realtà che coinvolgono sempre più cittadini puntano alla spesa a "chilometri zero"

Il Coworking di Spoleto

Si chiamano Gas, acronimo di “Gruppi di acquisto solidali”, e sono ormai delle realtà consolidate che coinvolgono decine di cittadini a Spoleto che hanno deciso di fare la spesa “in modo diverso” rapportandosi direttamente a delle aziende di produttori biologiche o a “chilometro zero”. Per chi non conosce questo mondo o per chi vuole saperne di più, domani il Coworking Spoleto offre un'irripetibile occasione di “incontro informale”. A partire dalle 18, tutti i gruppi di Spoleto si riuniranno presso il locale in via del Mercato 2, per discutere il senso di aderire ad un gruppo di acquisto di generi alimentari. “I gruppi d'acquisto rappresentano un modo diverso di intendere il rapporto con il cibo”, spiegano gli organizzatori. “Per questo abbiamo voluto creare questa occasione più unica che rara per capire da quali esigenze sono nati i gruppi, esplorarne le analogie e le differenze, conoscerne le idee portate avanti tramite l'acquisto di frutta, verdura e beni alimentari”. All'incontro prenderanno parte il gruppo d'acquisto di Legambiente, quello di CittadinanzAttiva e quello di Casa Rossa Spoleto. A seguire (dalle 19.30) sarà offerto un "piccolo assaggio" di alcuni prodotti disponibili in questo periodo dell'anno nei listini dei gruppi di acquisto, per “provare” direttamente l'oggetto al centro del discorso. L'incontro fa parte di “Coworking Spoleto Food Festival”, un ciclo di iniziative organizzate periodicamente negli spazi di Coworking Spoleto con tema cibo sostenibile, iniziato ad aprile con la proiezione del documentario Cowspiracy. L'ingresso a tutte le iniziative è gratuito e aperto a tutti.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento