Maran, sindacati contrari ai 150 esuberi

Martedì incontro per la vertenza dell'azienda spoletina. Dalla fumata nera programmato un nuovo incontro per martedì prossimo

Il vertice alla Maran di Spoleto

Un incontro durato ore quello andato in scena nella sede della Maran. A Spoleto proseguono le trattative per salvare il futuro delle centinaia di dipendenti del gruppo che si occupa del recupero crediti e che oramai da mesi deve fare i conti con diverse difficoltà. L'azienda è pronta per essere acquistata dalla Hoist, realtà proveniente dalla Svezia che prevede 150 lavoratori in esubero. Ai licenziamenti, il piano di rilancio dell'attività prevedrebbe anche la decurtazione degli stipendi da parte dei dipendenti che rimarranno all'interno della Maran. All'incontro erano presenti anche i sindacati, che hanno contestato e rifiutato il numero degli esuberi, chiedendo una sensibile riduzione. “Sono stati inoltre chiesti chiarimenti e informazioni sul piano industriale – scrive in una nota la Cgil - che deve garantire la più ampia occupazione”. Un nuovo incontro tra le parti è previsto per martedì 31 luglio alle 9 del mattino.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento