Sogesi, si lavora per salvaguardare il futuro dei 300 dipendenti

A Perugia nuovo tavolo di confronto tra azienda e sindacati: al via l’analisi delle criticità propedeutico alla redazione di un progetto di sviluppo dei siti umbri

I lavoratori Sogesi in assemblea

A distanza di poco più di 20 giorni dal tavolo di confronto tra l’azienda Sogesi di Cannara e i sindacati, le parti sono tornate ad incontrarsi. Il vertice nella giornata di giovedì 27 agosto nella sede perugina di Confindustria alla presenza dell’amministratore delegato Emiliano Nardi, dei rappresentanti sindacali Catia Vincenti e Marianna Formica di Filctem Cgil, di Fabrizio Framarini di Femca Cisl e delle Rsu. Ad intervenire per l’associazione degli industriali, invece, Domenico Taschini, già presente all’incontro del 5 agosto scorso.

Obiettivo della riunione, com’era stato anticipato dai sindacati nelle passate settimane, ragionare sul futuro del sito di Cannara, dando garanzie a tutti i dipendenti. Obiettivo rimarcato nel corso dell’incontro, durante il quale “l’azienda - commentano le sigle sindacali - si è mostrata disponibile ad effettuare, nei prossimi giorni, un’attenta analisi congiunta delle criticità contingenti, allo scopo di predisporre un progetto che dia prospettiva ai siti produttivi umbri, in particolare a quello di Cannara”. Prospettiva che dovrà tradursi nella salvaguardia dei quasi 300 posti di lavoro su cui conta l’Umbria.

Fatto questo ennesimo step, ora l’appuntamento è tra qualche settimana. Già fissato per la metà del prossimo mese di settembre un nuovo vertice. “Vertice in cui - annunciano le sigle sindacali - si inizierà ad analizzare i dati nel dettaglio”. 

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento