Turismo e Ss77, navette da e per Foligno in occasione degli eventi tra Umbria e Marche

Intanto arriva la sinergia con il Comune di Porto Sant'Elpidio. L'assessore allo sviluppo economico Giovanni Patriarchi ha annunciato un vertice per mercoledì mattina con gli operatori del settore

La conferenza congiunta Foligno-Porta Sant'Elpidio

Un incontro per studiare insieme cosa mettere in atto per rilanciare il turismo e l'appeal di Foligno per un maggiore flusso turistico proveniente dai territori toccati dalla nuova Ss77. E' questo uno degli obiettivi in programma per mercoledì, quando l'assessore allo sviluppo economico Giovanni Patriarchi incontrerà le associazioni di categoria. L'annuncio è stato fatto dallo stesso Patriarchi lunedì mattina, con l'assessore che ha affermato di aver già contattato i vari responsabili. Il tutto, alla vigilia di una partnership con il Comune di Porta Sant'Elpidio in vista del 1° maggio. In quell'occasione, Foligno potrà contare su uno stand messo a disposizione della cittadina marchigiana, per promuovere il territorio e le manifestazioni del comprensorio. In quell'occasione, Porta Sant'Elpidio proporrà concerti, giochi e divertimenti su tutto il lungomare. “Prosegue così il rapporto nato da alcuni mesi per avvicinare Foligno ai Comuni marchigiani attraverso la partecipazione a manifestazioni nelle due aree - ha detto l’assessore allo sviluppo economico, Giovanni Patriarchi -. Attraverso questa presenza potremo far conoscere Foligno e i territori vicini ai tanti marchigiani presenti a questo evento ma anche ai tanti turisti che vi parteciperanno”. E’ intervenuta anche l’assessore al turismo del Comune di Porto Sant’Elpidio, Milena Sebastiani, ricordando la collaborazione avviata che ha porto la città marina ad essere presente alla rassegna “I Primi d’Italia”. "L’apertura della strada statale 77 – ha detto l’assessore marchigiano – ha portato ad un aumento, riferiscono i ristoratori, del 50 per cento delle presenze”. Il sindaco di Foligno, Nando Mismetti, ha messo in rilievo l’importanza delle relazioni avviate con i Comuni marchigiani, in particolare con Civitanova Marche, ma anche con altre realtà della costa. “C’è allo studio – ha affermato Mismetti – la possibilità di organizzare navette per il trasporto mirato dei visitatori in occasione delle rassegne di maggiore e reciproco interesse”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento