Candidato sindaco, in rialzo le quotazioni di Pizzoni: Foligno in Comune disponibile al confronto

Il coordinamento delle sinistre propone ancora il nome di Diego Mattioli, ma lascia aperta la porta al professionista proposto da Patto x Foligno. Nel giro di poche ore la stretta finale?

"Foligno in Comune": da sinistra Mingarelli, Bartoli, Piccolotti, Falasca e Pacini

Mattioli si, Napolitano ni, Pizzoni perché no. Potrebbe essere riassunta così l'assemblea di “Foligno in Comune”, il movimento cittadino che raccoglie varie anime della sinistra e che si è riunito nella serata di martedì, all'indomani del vertice con le altre forze di coalizione. Il coordinamento di “Foligno in Comune” ha così vagliato i nomi dei candidati sindaco emersi nel confronto con “Foligno 2030”, Foligno Soprattutto, "Patto x Foligno" e Partito democratico. Il nome di punta del Pd, ovvero il notaio Luigi Napolitano, continua a non convincere i partiti di sinistra  che vorrebbero “una candidatura fresca e giovane, competente e capace di visione progettuale, attenta ai temi del cambiamento climatico e della qualità della vita”. E' per questo motivo che “Foligno in Comune” conferma la fiducia a Diego Mattioli. Il suo nome, votato dall'assemblea di domenica mattina, è stato presentato anche al resto della coalizione. “Mattioli – affermano da 'Foligno in Comune' – sta riscuotendo grande apprezzamento nella città, come proposta per l'intera coalizione”. Rispetto agli altri candidati, i partiti di sinistra “valutano positivamente il valore dei nomi proposti”, aprendo soprattutto a Luciano Pizzoni, il professionista proposto da “Patto x Foligno” il cui nome è stato pubblicato in anteprima ieri dalla redazione di Rgunotizie. Sulla figura dell'ingegnere dell'UmbraGroup, “Foligno in Comune” - pur evitando di palesare le generalità - ha espresso interesse e disponibilità al confronto. Ora la speranza nel centrosinistra è che dal vertice di coalizione in programma per le prossime ore emerga definitivamente il nome del candidato, senza arrivare a spaccature. Alcuni rumors vorrebbero il notaio Luigi Napolitano pronto a fare un passo indietro qualora non ci sia massima compattezza sul suo nome. E' per questo che le quote dell'ingegnere Luciano Pizzoni sembrano in rialzo. Sfumata l'ipotesi legata a Joseph Flagiello, solamente il più classico dei “coup de theatre” potrebbe dare un'ultima chance ad un candidato legato ai partiti.

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento