Consiglio comunale, Giuliano Zuccari subentra a Schiarea. In giunta nessun movimento

Dopo le dimissioni dell'oramai ex capogruppo di Movimento per Foligno, tra gli scranni della massima assise arriva un ex consigliere comunale di Spello

Giuliano Zuccari

Sarà Giuliano Zuccari a sostituire in consiglio comunale il dimissionario Lorenzo Schiarea. Dopo aver messo nero su bianco la sua volontà di non voler più rappresentare Movimento per Foligno all'interno della massima assise folignate, gli uffici competenti hanno avviato le operazioni per la surroga di Schiarea. Risultati delle elezioni 2014 alla mano, la prima dei non eletti della lista civica risulta essere Marta Baldan, che ha comunque rifiutato la chiamata della segreteria comunale e non ha accettato l'incarico. Dopo di lei Giuliano Zuccari, che ha invece dato la sua disponibilità nel sostituire Lorenzo Schiarea in consiglio comunale. Candidato alle ultime amministrative con Movimento per Foligno, Zuccari è stato un esponente della prima ora dell'Udc al fianco di Maurizio Ronconi e cinque anni fa aveva intrapreso l'avventura civica con MpF. Nato a Spello sessantaquattro anni fa, il nuovo consigliere comunale folignate è attualmente in pensione, dopo aver lavorato come impiegato di Poste Italiane. Giuliano Zuccari non è nuovo ad esperienze istituzionali: in passato è stato membro del consiglio comunale di Spello. Ora la surroga di Lorenzo Schiarea e il conseguente subentro di Zuccari dovranno essere votati nella prossima riunione del consiglio comunale di Foligno. Non sono previste invece modifiche all'assetto dell'attuale giunta Mismetti. L'assessore Cristina Grassilli, entrata in giunta dopo il rimpasto di fine 2016 e vicina all'ex consigliere Schiarea, che aveva individuato in lei un nome gradito a MpF, terminerà regolarmente il suo lavoro nella squadra di governo. “Prendo atto dei motivi personali che hanno portato Lorenzo Schiarea a dimettersi – spiega l'assessore Grassilli -. Per quanto riguarda la mia posizione, rimarrò dove sono in rappresentanza dell'istituzione e del ruolo che ricopro".

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento