"Esperienze di governo locale", a Foligno il M5s s'incontra in vista delle amministrative

Sabato pomeriggio nella sala Fittaioli interverranno il neo sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli ed il vice presidente del Parlamento europeo, Massimo Castaldo

Fausto Savini durante un consiglio comunale

Gabriele Santarelli, neo sindaco di Fabriano e Fabio Massimo Castaldo, vice presidente del Parlamento europeo, saranno ospiti a Foligno sabato 15 dicembre (ore 17.30), nella sala Fittaioli di palazzo comunale. Sarà presente anche l’eurodeputata Laura Agea e molti altri rappresentanti del Movimento 5 stelle che hanno organizzato l’interessante iniziativa. “Questi appuntamenti – dicono i Cinquestelle di Foligno – preparano la strada per una maggiore consapevolezza, da parte di tutti i cittadini, su quali saranno i nostri punti caratterizzanti da realizzare e da presentare, in vista delle prossime amministrative. La condivisione e il confronto rimangono essenziali per ben operare e portare a compimento concreto le varie istanze”. Ecco dunque che l’esperienza di Santarelli, nel vicino e importante Comune di Fabriano, è stimolante per capire quali siano le priorità da tenere in grande considerazione nella gestione della cosa pubblica e come questa debba essere in rapporto con la realtà ruropea; se anche questa può dare contributi alla crescita locale. Maria Grazia Carbonari, consigliere regionale, porrà la lente d’ingrandimento sulle peculiarità dell’Umbria che devono ancora pienamente emergere mentre i consiglieri comunali folignati Savini e Ferrari parleranno dell’impegno 5 stelle per puntare ad un ricambio politico e forse generazionale in un territorio che ha visto il predominio del Pd per lunghi anni. Ma l’incontro nella sala municipale, “Esperienze di Governo locale”, questo il titolo, “mira ad individuare esigenze concrete, specifiche – sottolineano i grillini - per elevare il grado di godibilità della vita cittadina, per un contatto sano con la politica e i suoi protagonisti che da un po’ di tempo, in casa 5 stelle, si fanno chiamare essenzialmente portavoce”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento