Foligno, il candidato sindaco Zuccarini: “Basta clientelismi. Ex Zuccherificio polpetta avvelenata”

Presentato il leader che guiderà il centrodestra alle comunali. Tra le priorità c'è la sicurezza: “Applicheremo il decreto Salvini”. Impegno civile scommette su Stefano Stefanucci

Il candidato sindaco Stefano Zuccarini (foto Vissani)

“Nessun resta indietro”. E' questo il motto scelto da Stefano Zuccarini per aprire la campagna elettorale che nei prossimi mesi lo vedrà come candidato sindaco per il centrodestra. Forza Italia, Fratelli d'Italia e Lega hanno presentato a Foligno colui che guiderà la coalizione al voto del 26 maggio e al quale è stato affidato il delicato ruolo di battere la coalizione di centrosinistra dopo oltre cinquanta anni di governo. Sull'onda dell'entusiasmo nazionale, il centrodestra è pronto a prendersi anche Foligno. Una prospettiva a cui credono in moltissimi, a giudicare dalla gremita sala “Fittaioli” di palazzo comunale, che ha fatto da sfondo alla presentazione di Stefano Zuccarini. Il cinquantaseienne avvocato, con un passato nelle fila del Popolo delle Libertà e candidato con la lista civica Impegno civile alle ultime comunali, è riuscito a vincere la concorrenza di Riccardo Meloni e Marco Cesaro, unendo sotto il suo nome tutta la coalizione. “Vogliamo liberare Foligno dalle amministrazioni che la hanno annichilita – attacca un grintoso Zuccarini presentandosi in conferenza stampa -. C'è bisogno di aria nuova, visto che la politica quando non vede un ricambio diventa autoreferenziale e clientelare”. Ad affiancare la coalizione a breve arriverà anche una lista civica “per tutti coloro – spiega Zuccarini - che vogliono sostenerci ma non si identificano nei partiti politici”. I punti del programma elettorale sono in fase di elaborazione, ma Stefano Zuccarini ha ben chiare le priorità: “In cima alla lista c'è la sicurezza della città. Creeremo un assessorato che si occuperà di questi problemi – annuncia il candidato del centrodestra -. La nostra sarà un'amministrazione che non impugnerà il decreto Salvini, ma lo applicherà. Le regole devono valere per tutti: non siamo razzisti, ma siamo convinti che tutti debbano rispettare la legge”. Aspetti prioritari saranno anche la mobilità, la sicurezza negli edifici scolastici e l'efficientamento della macchina comunale. Netta la posizione del candidato sindaco del centrodestra anche sull'accordo siglato da poco tra Comune e Coop Centro Italia sull'ex Zuccherificio: “E' una polpetta avvelenata per chi governerà questa città, un accordo assurdo e insensato del quale qualcuno dovrà assumersi le responsabilità, visto che lascia una seria ipoteca sulla futura amministrazione comunale”. Il programma firmato Zuccarini passerà anche attraverso il rilancio dell'aeroporto, con l'obiettivo di renderlo un polo d'attrazione, mentre sulle ultime elezioni della Quintana il giudizio è netto: “Vedere questa blindatura politica non fa bene alla manifestazione”. Ad aprire la conferenza stampa sono stati i coordinatori umbri dei tre partiti di centrodestra. “Vogliamo vincere tutto ciò che c'è da vincere in Umbria” ha detto Catia Polidori di Forza Italia, mentre per Franco Zaffini di Fratelli d'Italia, “basta con connivenze e marchette, già sappiamo quale sarà il risultato di queste elezioni amministrative”. Virginio Caparvi, responsabile regionale della Lega, si è soffermato invece sul fatto che “molti folignati di sinistra vengono a parlarci perché non si riconoscono più nei loro partiti”. IMPEGNO CIVILE – Presentato il candidato sindaco del centrodestra, domani toccherà invece a quello di Impegno civile, la lista civica fondata dall'avvocato Stefania Filipponi ed ex alleata del centrodestra. L'appuntamento è per le 11 sempre nella sala “Fittaioli”, dove verrà tracciato il bilancio dell'ultima consiliatura e verrà svelato il nome di colui che guiderà Impegno civile. Rumors vogliono come aspirante primo cittadino il medico neurologo Stefano Stefanucci.

 

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento