Foligno, FdI avvia la fase d'ascolto e propone Cesaro sindaco: “E' il candidato ideale”

Il partito di Giorgia Meloni pronto a giocarsi le sue carte con gli alleati del centrodestra anche con una fase d'ascolto. Attacco all'operato di Mismetti: “La città non è sicura”

La conferenza di Fratelli d'Italia a Foligno

Ascoltare i cittadini per cambiare il volto della città. E' l'obiettivo dichiarato di Fratelli d'Italia, che a Foligno sono pronti per presentarsi alle prossime elezioni. Tema principale della campagna elettorale sarà sicuramente quello della sicurezza, insieme all'attenzione legata al mondo del sociale. Accanto a ciò, i Fratelli d'Italia umbri hanno già individuato il loro candidato sindaco ideale: Marco Cesaro. Già consigliere comunale nelle passate consiliature, quello dell'avvocato è il nome che il partito di Giorgia Meloni presenterà agli altri alleati del centro destra. La decisione però spetterà ai vertici regionali di Fratelli d'Italia, Forza Italia e Lega. Lunedì prossimo è previsto un nuovo incontro per studiare le strategie da adottare nei vari comuni umbri chiamati al voto di primavera. Alle prossime amministrative, la pedina Foligno dovrà infatti rientrare in un più ampio scacchiere. Con Andrea Romizi candidato sindaco di Forza Italia a Perugia e Leonardo Latini sindaco di Terni in quota Lega, Fratelli d'Italia spera che gli alleati di coalizione lascino il passo nella città della Quintana. “Per noi – afferma Franco Zaffini, coordinatore regionale di FdI – il miglior sindaco possibile per Foligno è Marco Cesaro e rivendichiamo la sua candidatura. Porteremo il suo nome al tavolo della discussione con gli altri alleati ma non ci impunteremo, perché l'importante sarà vincere le elezioni per dare un'alternanza a questa città”. Certo è che Cesaro dovrà comunque fare i conti con quelli che sono i nomi in quota Forza Italia e Lega, rispettivamente Riccardo Meloni e Stefano Zuccarini. A breve Fratelli d'Italia girerà in città per aprire un confronto con gli elettori: “Faremo decidere a loro le priorità – sottolinea Emanuele Prisco, rappresentante del partito alla Camera -. Siamo pronti a collaborare con il resto degli alleati: insieme possiamo farcela”. Alle persone verrà distribuito un questionario, nel quale si chiederà il grado soddisfazione sull'operato dell'amministrazione Mismetti, insieme all'efficacia dello stesso in tema di sicurezza. I cittadini avranno anche la possibilità di indicare le loro priorità per Foligno. “Dopo Perugia, Spoleto e Terni – commenta l'ex consigliere comunale Emanuele Lancellotti -, vogliamo la svolta anche a Foligno”. Pronti ad aprire anche a liste civiche che rientrino nel perimetro del centrodestra, Fratelli d'Italia lancia la sfida all'attuale governo cittadino: “Ci sono tutti i presupposti per fare bene – afferma Marco Cesaro, candidato sindaco in pectore per Fratelli d'Italia -. Il fallimento della giunta Mismetti è sotto gli occhi di tutti. Vogliamo un cambiamento radicale su temi come quello della sicurezza”. Per Marco Squarta, “la tornata elettorale delle comunali rappresenterà un test probante per le elezioni regionali del 2020 – spiega il consigliere regionale -. Vincere a Foligno significherebbe inviare una lettera di sfratto all'attuale governo regionale”.

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento